«Festa del Volontariato», diecimila euro per Cure2Children e Ascs. «Dieci mila volte grazie»: si potrebbe riassumere così la soddisfazione degli organizzatori della Festa del Volontariato che quest’anno ha raccolto dieci mila euro da dare in beneficenza. I fondi raccolti saranno divisi tra Cure2Children e ad Ascs onlus. Numeri record, quindi, che evidenziano il grande cuore della comunità, la collaborazione, ma anche un’ottima organizzazione che non lascia nulla al caso. «È uno dei risultati più importanti mai raggiunti in dodici anni di attività», ha sottolineato il presidente della Festa, Francesco Guarducci. Un segnale positivo, quindi, «che ci riempie di orgoglio», ha ancora aggiunto Guarducci evidenziando quanto il risultato caratterizzi l’anima della festa ovvero «destinare l’intero ricavato a progetti di solidarietà individuati dallo stesso comitato nei mesi precedenti.

I fondi raccolti a Cure2Children e Ascs

La dodicesima edizione ha teso una mano in particolar modo ai bambini del mondo in difficoltà – ha detto il presidente della Festa – I fondi, infatti, che abbiamo raccolto saranno donati alla fondazione Cure2Children per la realizzazione di un progetto in Ghana, intitolato a Davide Astori e rivolto ai bambini africani malati oncologici, e all’associazione Scalabriniana Ascs onlus che da anni porta avanti un centro comunitario ad Haiti».

I commenti dei presidenti delle due associazioni

Pieni di gratitudine verso l’organizzazione della Festa anche i presidenti delle rispettive associazioni.  «Desidero ringraziare gli organizzatori della Festa del Volontariato – ha detto Claudio Gnesotto, presidente Ascs onlus – sia per l’accoglienza che mi è stata riservata, sia per la generosa donazione: il ricavato andrà a sostegno del nostro Centro Comunitario di Croih de Bouquets (Haiti) dove operano anche due volontarie di San Casciano contribuendo all’acquisto di materiale di cartoleria, ludico ed alimentare a sostegno delle attività realizzate. Con il vostro contributo mettiamo un’altra piccola importante goccia nel bisogno di questa realtà: per un mese il Centro opererà grazie a voi». A fare eco alle parole di Gnesotto è Cristina Cianchi, presidente di Cure2Children. «Grazie a iniziative come questa, siamo riusciti a fare e concretizzare davvero tanto. I fondi raccolti saranno destinati alla nostra nuova mission in Ghana presso l’ospedale «Greater Accra Regional Hospital» (GARH), nella quale è nata, proprio in questi mesi, la prima Unità di trapianto di midollo osseo (BMT UNIT) di tutta l’Africa subsahariana che servirà a guarire i bambini affetti da anemia falciforme che in quel Continente ha una mortalità molto elevata e rappresenta la malattia grave del sangue, più frequente dei bambini».

Leggi anche:  L’ora legale 2019 scatta domenica 31 marzo