La meditazione sul Natale e l’apertura straordinaria del monastero per Santo Stefano

 Quattro visite guidate in programma il 26 dicembre

 Un appuntamento nel suggestivo antico frantoio di San Miniato per prepararsi al Natale e il programma delle visite guidate di Santo Stefano. I monaci benedettini di San Miniato al Monte invitano a partecipare alla meditazione sul Natale tenuta da padre Bernardo Gianni in programma venerdì 21 dicembre alle ore 19.

Un incontro di ascolto, di parole, di gesti e di preghiera per riflettere insieme sul significato della Notte Santa di Bethlemme, l’occasione per recuperare testi antichi e moderni, teologici e poetici sul mistero natalizio nel suggestivo contesto dell’antico frantoio al quale si accede dalla cripta della Basilica di San Miniato al Monte. Dopo la meditazione i presenti, con statue in terracotta e candeline accese, allestiranno il presepe nella cornice notturna del chiostro fra fumi di incenso e mistiche lanterne.

Per la Festa di Santo Stefano, mercoledì 26 dicembre, come da tradizione il monastero si aprirà straordinariamente ai visitatori e padre Bernardo porterà i presenti alla scoperta dei segreti di San Miniato e dei luoghi dove vivono, pregano e lavorano i monaci benedettini olivetani. I visitatori saranno accompagnati nel chiostro, nel refettorio quattrocentesco, nel loggiato dove poter ammirare gli affreschi di Paolo Uccello, nell’antico capitolo dove il sindaco La Pira amava soffermarsi a meditare fino alle cantine. L’occasione giusta per approfondire la conoscenza sulla Basilica, classico esempio di stile romanico fiorentino e i suoi mille anni di storia. Le visite guidate sono in programma alle ore 10.00, 11.30, 15.00 e 17.00. Il ritrovo è in Basilica, davanti alla sacrestia. Non serve prenotazione: l’ingresso è gratuito.