L’articolo sul film uscito sul settimanale BISENZIOSETTE

L’horror di Andrea Bacci in chiave campigiana

Humor, risate e tanto divertimento. E’ stato questo il clima che si è respirato alla prima del film del campigiano Andrea Bacci “Il mistero della strega del Mugello”.
Il film è stato presentato due mesi fa presso l’oratorio “Don Bosco” di San Lorenzo. Presenti il regista, gli attori e tanto pubblico.
«Rispetto al mio primo film – ha detto il regista Andrea Bacci – questo è molto più studiato, nel senso che mi sono inspirato al film The blair witch project in versione campigiana ovviamente.
La vena toscana caratterizza questo film. Ci sono molti attori, circa una quarantina e anche questa è una novità assoluta rispetto all’altro film. Fra i nostro attori anche il grande Bruno Santini che, anche quest’anno ha preso parte al film e che voglio ringraziare per la sua disponibilità. Abbiamo girato a tutte le ore anche la notte nel bosco e devo dire che è stata un’esperienza molto divertente per tutti noi». Insomma tanto divertimento per tutti.
Fra gli attori molti giovani campigiani che hanno dato il massimo. Anche quest’anno non è mancata la partecipazione del noto edicolante Renato Cerretelli.
«Lo abbiamo girato nel Mugello, a Travalle e a Legri – ha detto ancora il regista Andrea Bacci – . Non ho fatto Dvd, perché voglio sperare che qualche produttore si innamori e provveda a farlo uscire nelle sale». Chissà che il sogno non si realizzi davvero.