Un dato che non stupisce particolarmente tuttavia quello dei cittadini cinesi residenti a Campi se si considera l’esperienza vissuta dal Comune negli anni ‘90

A Campi è boom di stranieri, più della metà sono cinesi, nella Piana il risultato più basso a Calenzano

E’ Campi Bisenzio la città “più straniera” della Piana. secondo quanto emerso dagli ultimi rilevamenti Istat, basati su dati aggiornati al primo gennaio di quest’anno, quasi due cittadini su dieci a Campi provengono da paesi stranieri. Si tratta di 9316 persone che rappresentano il 19,95% della popolazione. Analizzando più nel dettaglio le etnie si può notare che di questo 19,95% più della metà è rappresentato da cittadini provenienti dalla Cina; quelli che vivono a Campi sono infatti 5270, seguiti da quelli arrivati da Albania (1073) e Romania (1054). Un dato che non stupisce particolarmente tuttavia quello dei cittadini cinesi residenti a Campi se si considera l’esperienza vissuta dal Comune negli anni ‘90. Al secondo posto per numero di cittadini stranieri nella Piana c’è Signa dove rappresentano il 12,99% (sono 2457, anche qui l’etnia più presente è quella cinese) e al terzo Lastra a Signa col 12,34% (2507, in questo caso al primo posto ci sono i romeni). Molto distanziate invece Sesto Fiorentino e Calenzano. A Sesto gli stranieri sono il 9,67% della popolazione (sono 4751 e i romeni superano di poche decine i cinesi). All’ultimo posto col numero minore di cittadini stranieri c’è Calenzano, dove sono in tutto 1406 e rappresentano il 7,84% della popolazione. In questo caso si tratta per la maggior parte di cittadini provenienti dall’Albania, seguiti a ruota da quelli arrivati dalla Romania.
In tutti i Comuni presi in esame sono di più le donne degli uomini, con la sola eccezione di Lastra a Signa, dove gli uomini 1265 sono e le donne sono 1242.