I consigli di Acque Spa per proteggere gli impianti in caso di temperature sotto lo zero

Arriva il gelo, occhio al contatore

In queste ore, la Toscana, come gran parte del resto d’Italia, è interessata da un brusco abbassamento delle temperature. Nel Basso Valdarno, territorio di competenza di Acque SpA, secondo le previsioni, la colonnina di mercurio scenderà abbondantemente sotto lo zero durante le ore notturne, soprattutto nelle zone interne e nelle aree collinari. A rischio, nel caso non siano adeguatamente protetti, sono i contatori dell’acqua che, col gelo, potrebbero rompersi, causando l’interruzione dell’erogazione idrica presso le singole utenze. Per questo Acque invita i propri utenti a controllare la situazione del contatore di competenza. Il Regolamento del Servizio idrico integrato, infatti, indica l’utente come il responsabile della corretta custodia del contatore stesso.

Ecco alcuni suggerimenti:

– Generalmente, è sufficiente verificare che sia chiuso correttamente il vano di alloggiamento del contatore.
– Se il contatore si trova in un fabbricato disabitato nel periodo invernale, bisogna chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto.
– Se il contatore si trova in un punto particolarmente esposto al freddo, si consiglia di fasciare l’impianto con materiali isolanti avendo comunque cura di mantenere comunque accessibile il numeratore, per consentire l’eventuale lettura del contatore.
– Se ad un controllo il contatore risultasse congelato, ma non ancora rotto, è necessario avvolgere il contatore con stracci o carta oppure utilizzare una modesta fonte di calore (esempio: asciugacapelli), aspettando con pazienza che si scongeli. No a fiamme libere o a manovrare le valvole.
– Se l’impianto invece dovesse risultare rotto, è necessario mettersi subito in contatto con Acque SpA (numero verde gratuito 800 983 389, attivo 24 ore su 24, sia per telefono fisso che mobile) affinché si attivi la procedura di sostituzione o riparazione del contatore.

Leggi anche:  La storia di Giovanni Baldi, il medico dei quarratini

Informazioni e dettagli sulla pagina speciale www.acque.net/manutenzione-e-c ura.