Batterio New Delhi. E’ deceduto al policlinico Le Scotte di Siena un 81enne pisano ricoverano in ospedale a causa di alcune complicazioni cardiache. L’uomo era stato ricoverato prima all’ospedale di Campostaggia e poi trasferito al policlinico Le Scotte di Siena. E’ morto nel reparto di terapia intensiva domenica sabato scorso.

Batterio New Delhi: muore un 81enne

Il decesso pare legato al super batterio che in Toscana ha già causato più di 30 vittime. Da parte dell’Azienda Ospedaliera sono state iniziate degli accertamenti per fare chiarezza sull’accaduto e capire se il batterio può essere stato una causa o concausa della morte dell’uomo.

Le precisazioni dell’Azienda Ospedaliera Senese

In riferimento al decesso di un paziente anziano per un possibile caso di infezione da batterio New Delhi (NDM), riportato da alcuni organi di stampa, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese precisa che è stato richiesto il riscontro diagnostico sul paziente per conoscere con certezza le cause del decesso. Il paziente, un uomo di oltre ottanta anni, è arrivato al policlinico Santa Maria alle Scotte nella giornata di venerdì 13 settembre, trasferito dall’ospedale di Campostaggia con una complessa situazione clinica e diverse problematiche di salute, ed è deceduto sabato 14 settembre.

«E’ importante non creare allarmismi – sottolinea la Direzione Aziendale – considerando che si tratta di eventi legati alla resistenza agli antibiotici, un fenomeno globale che gli ospedali affrontano seriamente e con la massima attenzione. I batteri multiresistenti e le infezioni ad essi correlate sono un problema di sanità pubblica che noi fronteggiamo quotidianamente con specifiche azioni per curare, contenere e prevenire. E’ infatti importante rallentare e rendere meno frequenti questi episodi grazie a tutta una serie di azioni che effettuiamo giorno dopo giorno. Il nostro ospedale è operativo 24 ore su 24 per qualsiasi attività di consulenza e assistenza in ambito infettivologico. Siamo costantemente in contatto con l’ARS, Agenzia Regionale di Sanità, applicando linee guida e tutte le procedure di prevenzione e controllo per la gestione e l’eventuale terapia dei casi NDM».

LEGGI ANCHE:FRODE FISCALE IN VAL D’ELSA

Leggi anche:  Natale all'insegna della solidarietà per il Club Lotus Italia

LEGGI ANCHE:LA STAR DEL WEB WIKIPEDRO ALL’ASSEDIO ALLA VILLA