Alla Fondazione Tronci, corso Gramsci 37, giovedì 21 marzo alle 21.30 proseguono i meravigliosi incontri di musica con una serata attesa e di grande qualità. Andrea Gorza, Meme Lucarelli, Gennaro Scarpato renderanno omaggio ad uno dei più grandi musicisti della storia italiana, l’indimenticabile Pino Daniele.

Buon compleanno Pino Daniele

La data scelta, quest’anno, dall’Associazione Culturidea, è proprio prossima al compleanno del meraviglioso artista partenopeo che riuscì a cogliere ed esprimere una musica dal carattere assolutamente planetario. Gennaro Scarpato (percussioni, voce), Meme Lucarelli (chitarra, voce), Andrea Gorza (basso) ripercorreranno la carriera di Pino Daniele soffermandosi sul suo periodo maggiormente innovativo, quello degli esordi in cui riuscì, allo stesso tempo, a dare nuova linfa al cantato napoletano immettendo nel sound suggestioni blues, jazz funky e mediterranee. Si cercherà di riscoprire, giovedì 21 marzo dalle 21.30 in corso Gramsci 37 si il tempo degli albori musicali che quello dei primi successi. Egli esordì in un complesso chiamato New Jet, fondato con il suo compagno di classe Gino Giglio, in cui rimase per breve tempo, ma le prime significative esperienze di composizione ed esecuzione in gruppo si concretizzarono con la fondazione del complesso musicale Batracomiomachia, insieme a Paolo Raffone, Rosario Jermano, Rino Zurzolo, Enzo Avitabile ed Enzo Ciervo. A quest’ultimo apparteneva anche lo spazio in Vico Fontanelle alla Sanità dove il gruppo effettuava le prove, e dove in quegli anni passarono molti dei futuri protagonisti di un’intera stagione della musica napoletana, tra cui Corrado Rustici, Edoardo Bennato ed il gruppo degli Osanna.

Una serata da ascoltare tutta d’un fiato

Nel 1975 iniziò la propria attività di session man, suonando in album di Mario Musella, Gianni Nazzato, Jenny Sorrenti e accompagnò in tour Bobby Solo. L’anno successivo Pino Daniele entrò a far parte del gruppo Napoli Centrale entrando in contatto con musicisti come James Senese, Tullio De Piscopo, Tony Esposito, questo periodo fu anche l’inizio della sua attività da solista con la registrazione dei primi singoli e quindi LP.  Meme Lucarelli, Andrea Gorza e Gennaro Scarpato avranno il compito di far rivivere nei numerosissimi fan del grande cantautore partenopeo i ritmi, le sensazioni, la musicalità che Pino Daniele riusciva a donare durante le proprie esibizioni dal vivo e nelle registrazioni. Una serata da ascoltare tutta d’un fiato quella di giovedì immergendosi completamente nel sound del golfo di Napoli quella che si prospetta alla Fondazione Luigi Tronci.