Sala consiliare strapiena per i 70 anni del Comune di Vaiano. L’emozione di Primo Bosi e l’affetto per Fiorenzo Fiondi.

Buon compleanno Vaiano

È stata davvero una bella festa di comunità, con un salone consiliare strapieno nonostante il caldo estivo. Il settantesimo compleanno del Comune di Vaiano è stato celebrato ieri sera alla presenza di oltre cento vaianesi. A fare gli onori di casa il sindaco Primo Bosi, emozionato, e l’assessore alla Cultura Fabiana Fioravanti. Presenti gli ex sindaci Fiorenzo Fiondi e Alessandro Gramigni, oltre alle rappresentanti della famiglia di Carlo Ferri, primo sindaco di Vaiano, protagonista nella battaglia per il raggiungimento dell’autonomia. Grande il tributo d’affetto e di riconoscenza da parte di Primo Bosi e di tutti i presenti per Fiorenzo Fiondi, politico generoso e appassionato, che con il suo impegno ha segnato gli anni della ricostruzione e la fase successiva di rafforzamento dell’identità locale.

Il racconto

È stata un’occasione per ritrovare nella storia della conquista dell’autonomia i valori, ancora attuali, della coesione comunitaria. Lo hanno sottolineato con decisione il sindaco Primo Bosi e l’assessore Fabiana Fioravanti e lo hanno dimostrato nei loro interventi le storiche del CDSE, Alessia Cecconi e Luisa Ciardi, ripercorrendo le vicende che hanno portato alla nascita del Comune.

“La conquista dell’autonomia comunale era un sogno difficile da realizzare, si deve alla caparbietà e all’impegno di un gruppo di persone, guidato da Carlo Ferri, se l’obiettivo venne raggiunto – ha ricordato Primo Bosi – è stata fatta tanta strada, la storia continua, e noi siamo grati a questi personaggi illuminati che agirono nell’interesse della loro comunità, il Comune e il suo sindaco svolgono un ruolo di prossimità fondamentale nei confronti dei cittadini e dei loro problemi”. L’assessore Fioravanti ha ricordato come scuola e cultura sono sempre stati obiettivi primari di chi ha governato Vaiano. “Non a caso venne proposto come simbolo del neonato Comune un libro aperto, la scelta definitiva poi furono la spiga e la spola”, ha raccontato.

Alla nascita del Comune di Vaiano si è accompagnata la voglia di ripartire di un’intera comunità dopo la tragedia della guerra. Lo hanno spiegato bene Alessia Cecconi e Luisa Ciardi, sottolineando l’impegno per la ricostruzione: dai ponti alle strade, dalle fabbriche alle case popolari e alle scuole per i bambini.

Leggi anche:  Virtus risponde al Comune di Poggibonsi sulla vicenda dei Leoni d'Oro e d'Argento

Anniversario e obiettivi futuri

L’anniversario è stato anche un’occasione per guardare avanti, partendo dai giovani. Nel pomeriggio, in biblioteca, sono stati consegnati alcuni riconoscimenti a un gruppo di studentesse e studenti che si sono laureati nel corso del 2018. Si tratta di Francesco Antiga (giurisprudenza), Luca Gesualdi (economica, management e statistica), Bianca Ravalli (storia e tutela dei beni archeologici) Gabriele Tinnirello (scienze e tecnologie agrarie, si è occupato delle olive della Val di Bisenzio), Elena Giachetti (scienze della Formazione), Giulia Vaiani (master in coordinamento pedagogico di nidi e servizi per l’infanzia).

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SU VAIANO