C’è qualcosa di incomprensibile per il Cpap (Comitato Provinciale Area Pratese) in quello che è avvenuto in questi giorni a livello nazionale. L’ondata di caldo che si è registrata a Prato non è stata osservata nelle classifiche nazionali.

Caldo: classifiche ignorano Prato

Ecco il comunicato inviato da Roberto Risaliti del Cpap in merito all’ondata di caldo di Prato che non è risultata nelle classifiche nazionali in questi giorni.

La notizia del “GRANDE CALDO” di questi giorni campeggia sulle prime pagine dei giornali ed apre i notiziari televisivi e radiofonici. Vengono citate le Città dove si sono registrate le massime temperature e si compilano graduatorie del “CALDO” , così inizia il suo intervento il Dott Risaliti Roberto del Comitato Provinciale Area Pratese.

Noi Pratesi boccheggiamo ma mai abbiamo sentito citare la nostra CITTA’  in tali classifiche e forse, nonostante il caldo ci soffochi, pensiamo che siamo più fortunati di altri luoghi. Ed invece , apprendiamo dalla nostra stampa locale che Prato è stata la Città più calda ieri 25 Luglio e la provincia più bollente di tutta Italia. Ripetiamo la città più calda fra tutti i capoluoghi di Provincia raggiungendo i 41 gradi gradi.

C’è qualcuno che ha sentito citare Prato sui mezzi di Comunicazione nazionali ? Noi non abbiamo sentito citare il nome di Prato . Si ripete la storia dei risultati elettorali e di tante altre occasioni in cui Prato “evapora”; è come se non esistesse.

Per noi c ‘è qualcosa di incomprensibile !

LEGGI ANCHE: DRAMMA A BAGNOLO, PAESE IN LUTTO PER LA MORTE DI UNA 35ENNE