Cantieri sulle strade: il sindaco ottiene modifiche per agevolare il traffico.

Cantieri sulle strade: nuova viabilità a Poggio a Caiano

Cantieri sulle strade: nuova viabilità a Poggio a Caiano. Nuovi correttivi alla circolazione, dopo l’incontro tra il sindaco Francesco Puggelli e Publiacqua: i lavori per allacciare gli scarichi a S. Colombano, iniziati a luglio, sono ancora in corso, nonostante il programma prevedesse la loro conclusione prima della riapertura delle scuole. Con i disagi che continuano. Per questo il sindaco Francesco Puggelli ha chiesto ed ottenuto che, oltre ad accelerare i lavori, si procedesse ad apportare correttivi al traffico.

«Mi scuso per i ritardi – dice il sindaco Francesco Puggelli – e per i disagi conseguenti, che dovrebbero essere minori dalla prossima settimana, con le modifiche in vigore nei prossimi giorni».

Ecco le novità scaturite dopo la riunione con Publiacqua: il traffico in uscita da Poggio a Caiano verso Firenze, nelle ore di punta del mattino, sarà regolato con i movieri “a mano” e non con il semaforo, in modo da ridurre le attese e rendere più fluida la circolazione, la stessa cosa avverrà la sera, al rientro da Firenze, nelle ore di maggiore concentrazione; lunedì 10 settembre chiuderà il cantiere a “Poggio Novo” e si procederà a riasfaltare la strada davanti al distributore, pertanto da martedì 11 sarà modificato il senso unico di marcia in via Carcerina, non più in direzione della ex Statale, per consentire al traffico verso Prato di innestarsi direttamente sulla “bretella”, evitando il semaforo in prossimità della rotonda a S. Angelo a Lecore; da martedì 18 settembre il cantiere sarà smantellato, riprenderà la circolazione normale e il traffico verso Prato non sarà più deviato sulla “bretella”.

Leggi anche:  Ecco i lavori che partiranno in città da lunedì

«Chiedo ai cittadini – continua Puggelli – di avere ancora un po’ di pazienza. Sono lavori per un’opera importante. Alla loro conclusione sarà chiuso il depuratore di Candeli, e Poggio a Caiano avrà un sistema di smaltimento completamente innovativo delle acque reflue, con la depurazione totale degli scarichi».

Il completamento dell’opera prevede una seconda fase per chiudere appunto il depuratore di Candeli, che partirà a fine settembre e servirà a collegare le tubature, posate in estate, in via Vittorio Emanuele e in via Lombarda. «Un intervento che comunque – assicura Puggelli – non dovrebbe creare particolari problemi alla circolazione, l’impatto dovrebbe essere molto limitato».