Centro Pari Opportunità Valdelsa: c’è ancora tempo per candidarsi a far parte dell’assemblea che è ancora adesso in fase di rinnovo. Come da regolamento infatti l’assemblea è formata dalle elette dei Consigli Comunali e dalle nominate nelle Giunte, ma anche da donne presenti e operanti a livello dei comuni convenzionati e del territorio della Valdelsa. Donne che presentino particolari conoscenze ed esperienze in merito al tema della pari opportunità ed in merito alle tematiche di genere.

Centro Pari Opportunità Valdelsa: come candidarsi

La presenza di donne appartenenti alla società civile negli organismi del Centro è fondamentale nella promozione delle politiche di genere – dice Susanna Salvadori, assessore alle pari opportunità del Comune di Poggibonsi e presidente del CPO –  C’è un percorso da proseguire e che guarda a temi come la conciliazione dei tempi del lavoro, la lotta alla violenza di genere, la sensibilizzazione, la formazione Un percorso collettivo, un lavoro da fare insieme sulle dimensione culturale, per evolvere ulteriormente le politiche di genere. Da qui l’invito a partecipare”.

Per far parte dell’assemblea del CPO infatti è necessaria la presentazione di una candidatura. Come stabilito nella prima assemblea delle elette le candidature sono raccolte dal Comune di Poggibonsi, che è Comune capofila del Centro (che riunisce Poggibonsi, Colle di Val d’Elsa, San Gimignano, Radicondoli, Casole d’Elsa). Il bando pubblicato è rivolto alle associazioni femminili, alle categorie professionali, alle organizzazioni sindacali, alle componenti femminile dei partiti, a tutte le associazioni che si occupano di questioni connesse alle pari opportunità e alle relazioni di genere, nonché a singole cittadine in possesso dei requisiti richiesti.

L’ultima data utile è venerdì 6 settembre

La candidatura va presentata entro le 12 di venerdì 6 settembre utilizzando la modulistica disponibile nel sito del Comune di Poggibonsi che coadiuvato dalle strutture tecniche di riferimento degli altri Comuni, procederà all’istruttoria. Tutte le domande dovranno essere corredate da curriculum vitae della candidata dal quale risultino le specifiche competenze e esperienze possedute.

E’ importante sollecitare la partecipazione a questo organismo – dice Salvadori – Partecipare significa contribuire a sviluppare un percorso che la Valdelsa ha intrapreso tanti anni fa e che guarda alle pari opportunità con una visione integrata e pervasiva con le politiche sociali, con la scuola, con le politiche del lavoro e della cultura. Un modello di governo. Un impegno a 360 gradi che deve portarci ulteriormente avanti”.

LEGGI ANCHE: CAMION PERDE IL CARICO IN STRADA

Leggi anche:  Maltempo in Toscana, in arrivo un codice giallo

LEGGI ANCHE: FORZA LE SERRATURE DI UN IMMOBILE PIGNORATO