Un commento sessista, fuori luogo e stupido postato ieri su Facebook. Era «indirizzato» al sindaco di Certaldo Giacomo Cucini, esponente del Partito democratico, in corsa alle prossime elezioni amministrative del 26 maggio.

Un commento sessista

«Ragazzi? Qualcuno conosce quel frocio di sindaco di Certaldo?». Questo il post, che si commenta da solo e che dovrebbe finire nella spazzatura insieme al genio che l’ha scritto.
Ma lo stesso primo cittadino ieri sera ha voluto condividere questo messaggio sulla sua pagina di Facebook.

Le parole del sindaco

«Mi hanno mandato questo screenshot, ho oscurato nome e cognome e il signore in questione lo ha già tolto, forse qualcuno gli ha fatto notare la gravità – ha commentato Cucini – Voglio solo dire che sono orgoglioso di ciò che sono, ma soprattutto di rispettare tutti e di combattere contro una cultura dell’intolleranza e del non rispetto dell’altro».

Inutile dire che sono fioccati centinaia di commenti di solidarietà per Cucini.

Leggi anche:  Giovanni Battista Scali è il nuovo Questore di Pistoia

L’intervento del PD di Certaldo

“Il Partito Democratico di Certaldo condanna con fermezza le vili e misere frasi aggressive ed omofobe apparse ieri sui social. Frasi pubblicate con il chiaro, per quanto vano, intento di offendere Giacomo Cucini. È una questione di civiltà, che ci deve unire tutti nel condannare questa mentalità da bestie.  Manifestiamo la nostra indignazione per un fatto che non può essere preso con superficialità. Chi scrive frasi del genere non offende il destinatario, ma solo se stesso, pur non rendendosene neanche conto. Evidentemente, ancora oggi, l’uomo cavernicolo non si è del tutto estinto“.

LEGGI ANCHE: ERASMUS+ RONCALLI: IL PROGETTO DI MOBILITA’ EUROPEA