Differenziata in crescita, con una percentuale che si attesta al 72,8% (ma con il vecchio sistema di calcolo sarebbe quasi l’80%) e raccolta complessiva dei rifiuti in calo. Sono i dati incoraggianti forniti da Alia per quanto riguarda i primi 7 mesi del 2019 a Vaiano.

«La raccolta diminuisce nonostante la popolazione si in costante aumento, ma ancora più importante è che scende l’indifferenziato, che ormai a Vaiano rappresenta una quota davvero modesta della raccolta – commenta soddisfatto il sindaco Primo Bosi – Inoltre nel corso dell’estate è stato generalizzato l’uso di plastica riciclata e la raccolta differenziata nelle numerose sagre e feste che ha senz’altro contribuito ai numeri della produzione».

I dati forniti da Alia, che comprendono la raccolta porta a porta nel territorio comunale e l’isola ecologica, evidenziano l’andamento positivo del servizio.

Raccolta rifiuti

Complessivamente dal 1 gennaio al 31 luglio 2019 sono state raccolte 236 tonnellate in meno rispetto allo stesso periodo del 2018, con una popolazione stabile o in leggero aumento. Una diminuzione netta del 7%. Ancora più evidente la diminuzione della quantità prodotta di indifferenziato che si assesta a 106 tonnellate di meno rispetto al 2018, pari a uno scarto del 10,5%.

Il dato complessivo della raccolta differenziata raggiunge, come si è accennato, il 72,8% calcolato con il nuovo metodo certificato (è in vigore il sistema DGRT n. 1272 del 2016 fortemente penalizzante sulle percentuali) che equivarrebbe al 77% del vecchio metodo. Nello stesso periodo del 2017 la percentuale media di raccolta differenziata era al 70,28%, l’anno precedente intorno al 69%. I dati comprendono anche i rifiuti conferiti all’isola ecologica di via Borgonuovo, dove si possono ritirare anche i sacchetti per la raccolta differenziata e sostituire i contenitori smarriti o rubati.

Leggi anche:  Giornata mondiale del diabete oggi 14 novembre 2019 VIDEO

Plastic free

A giugno 2019 il Comune di Vaiano ha lanciato la campagna plastic free con lo stop all’utilizzo dei prodotti di plastica monouso negli eventi pubblici organizzati o patrocinati dal Comune. Il provvedimento scatterà ufficialmente il primo settembre, ma nel corso dell’estate le associazioni che promuovono eventi si sono già organizzate e l’uso di plastica monouso o non riciclabile è stato molto modesto, un ulteriore risultato positivo per una stagione estiva molto partecipata da residenti e visitatori. L’amministrazione ha già bandito la plastica nelle proprie sedi e sta eliminando le bottigliette installando distributori di acqua. Il provvedimento nasce dall’adesione all’iniziativa Plastic Free Challenge, promossa dal Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare nell’ottica degli obiettivi della giunta Bosi: sviluppo sostenibile, educazione al consumo consapevole, riduzione dei rifiuti e potenziamento della raccolta differenziata.