In poche ore raccolta più di una tonnellata di rifiuti e materiali speciali. L’iniziativa rientra nel Programma di volontariato Enel che nel 2019 coinvolge più di 700 dipendenti con quattro organizzazioni non profit italiane.

Dipendenti Enel puliscono il parco dell’Argingrosso

Sono 1.200 i kg di immondizia recuperati grazie all’iniziativa di volontariato aziendale di Enel che si è svolta al Parco dell’Argingrosso di Firenze in collaborazione con Legambiente, nell’ambito della campagna “Puliamo il mondo”, a cui ha portato il saluto anche l’assessore all’ambiente del Comune di Firenze Alessia Bettini che ha ringraziato l’azienda e tutti i volontari per la collaborazione con l’attività di pulizia della città preziosa per l’ambiente e per le persone che frequentano l’area dell’Argingrosso.

 

Cinquanta dipendenti Enel, delle sedi aziendali fiorentine e toscane, si sono dati appuntamento questa mattina e, armati di guanti, rastrelli e sacchetti per la raccolta differenziata dei rifiuti, hanno ripulito un’ampia zona attorno al Parco dell’Argingrosso – la cui area ludica risultava pulita e ben tenuta – con particolare riferimento alla parte sottostante il Ponte all’Indiano procedendo lungo l’argine dell’Arno. Oltre alla tonnellata di rifiuti raccolta – 25 sacchi grandi di indifferenziato e 25 sacchi grandi di multimateriale – i volontari Enel hanno raggruppato anche rifiuti speciali (quali copertoni, bombole a gas finite, sanitari rotti e altro materiale abbandonato nelle aree più marginali dell’Argingrosso), che gli operatori di Alia hanno individuato per organizzare il ritiro.

Il Programma

E’ questa una delle iniziative del nuovo Programma di volontariato Enel che nel 2019 vede l’azienda collaborare con quattro organizzazioni non profit italiane (Legambiente, Marevivo, Moige, Quartieri Tranquilli), coinvolgendo più di 700 dipendenti che possono dedicare il proprio tempo a uno dei progetti proposti con una giornata di lavoro non convenzionale lontano da scrivania, smartphone o dal luogo dove si presta servizio. La tappa fiorentina rientra in un percorso che dal 1° al 15 aprile vede Legambiente ed Enel insieme per la pulizia e la riqualificazione di aree urbane in 9 città italiane (oltre a Firenze, sono coinvolte Roma, Torino, Bologna, Venezia, Cagliari, Palermo, Napoli, Milano). Nell’ambito del Programma di volontariato Enel, a breve inizieranno anche le collaborazioni con il Moige (Movimento Italiano Genitori) nell’ambito del progetto “Giovani Ambasciatori contro il bullismo e il cyberbullismo”, con l’Associazione Quartieri Tranquilli attraverso l’iniziativa “Illuminiamo le Tavole” per dare sostegno a famiglie in difficoltà economica nei quartieri disagiati e con Marevivo per il progetto “Occhio ai Rifiuti” che si articolerà nella pulizia di spiagge e argini di fiume e in lezioni di educazione ambientale dedicate alla protezione degli ambienti marini da plastiche e microplastiche.

Leggi anche:  Illumina gli Stati Uniti grazie alla sua idea geniale

Volontariato Enel

Il volontariato Enel contribuisce a creare valore a vantaggio delle comunità locali, attraverso la partecipazione attiva dei dipendenti, coinvolti in progetti per lo sviluppo del territorio e la coesione sociale. L’adesione alle iniziative avviene attraverso un’innovativa piattaforma on line – dedicata alle persone di Enel che lavorano in Italia – dove è possibile trovare informazioni su finalità e modalità di partecipazione al programma.

LEGGI ANCHE: ACCESSI PRONTO SOCCORSO, IL PODIO SPETTA A PRATO.