Fondazione Biti. La Fondazione Scuole Cattoliche Gianni Biti conferma la volontà di sostenere studenti universitari meritevoli provenienti da famiglie con difficoltà economiche. Per farlo è stata messa in palio una borsa di studio del valore di 2500 euro (3750 se lo studente andrà a studiare fuori Toscana). Il contributo è riservato ai giovani che si iscriveranno per la prima volta all’università nel prossimo anno accademico 2019-2020.

Fondazione Biti, la borsa di studio e quel che c’è da sapere

Il regolamento e la domanda di partecipazione sono sul sito web della Diocesi di Prato (www.diocesiprato.it). Chi fosse interessato ha tempo fino al 31 ottobre 2019 per verificare i propri requisiti e inviare la richiesta per ottenere la borsa di studio.

Un po’ di storia

Istituita nel 2006 dal Vescovo di Prato per dare attuazione al desiderio dei familiari del compianto imprenditore Gianni Biti, la Fondazione ha tra le proprie finalità quella di sostenere le attività svolte dalle scuole cattoliche di Prato ed anche quella di aiutare negli studi giovani pratesi meritevoli che per motivi economici non possono realizzazione i loro obiettivi formativi. La borsa inoltre può essere confermata se si dimostra di aver ottenuto l’80% dei crediti formativi previsti dal proprio piano di studi, con una media non inferiore a 24/30.

LEGGI ANCHE:Sagra della castagna 2019 in Toscana: tutti gli appuntamenti

Leggi anche:  A fuoco macchinario in ditta tessile

LEGGI ANCHE:Perseguita i condomini: allontanato da casa