Promuovere una comunità del cibo a km 0, prevenire l’abbandono delle campagne, preservare le attività agricole creando nuove sinergie tra gli operatori del territorio. Sono gli obiettivi del progetto europeo Horizon 2020 AgriFoodHub, al quale hanno preso parte il Comune di Sesto Fiorentino e i comuni associati nell’ufficio “Progettazione europea e Fundraising” (Campi Bisenzio, Calenzano e Signa), aderendo ad un partenariato internazionale con una richiesta di finanziamento di 1,5 milioni di euro.

“Università, Istituzioni, partner europei si uniscono per provare a creare un modello di comunità del cibo – spiega l’assessore ai Fondi europei Massimiliano Kalmeta – Per i nostri comuni riuscire a preservare la presenza delle attività agricole è un obiettivo strategico dal punto di vista economico e della tutela del territorio e dell’ambiente, pensiamo quanto siano esposte al dissesto idrogeologico le zone agricole”.

“Se riusciremo ad ottenere il finanziamento – dice ancora l’assessore – creeremo un network di produttori di filiera corta, creando un ‘Food Hub’ locale capace di garantire qualità e sostenibilità del sistema agroalimentare territoriale, coinvolgendo una realtà che ha dimostrato di essere un’eccellenza in materia di cibo sano e qualità: Qualità&Servizi. Contatteremo gli operatori, facilitando la crescita di relazioni e servizi per adeguare al territorio il sistema produttivo”.

“A soli tre mesi dall’attivazione dell’attivazione dell’Ufficio associato – conclude Kalmeta – siamo riusciti a preparare e partecipare ad un progetto molto complesso. Si tratta di un risultato importante che dà la cifra delle potenzialità e delle opportunità che potrà offrire ai nostri Comuni”.

TORNA ALLA HOME PER LE NOTIZIE DI OGGI