L’articolo e l’intervista alla insegnante di musica Carlotta Vettori era uscita su Bisenziosette nel numero del 26 gennaio.

Insegnante vaianese suona nel cd di Jovanotti

C’è anche un po’ di Vaiano nell’ultimo cd di Jovanotti «Oh, vita».
E’ infatti il flauto traverso di Carlotta Vettori quello che si può distintamente ascoltare nella canzone «Chiaro di luna» che si trova appunto nell’ultimo album uscito del grande Lorenzo Cherubini.
Carlotta Vettori, 44 anni, è da sei anni insegnante alla scuola di musica di Vaiano e insegnante di ruolo nella classe di musica istituita sempre sei anni fa alle scuole medie Bartolini.
Tutto è iniziato per caso e nemmeno sapeva inizialmente cosa andava a fare.

«Verso settembre mi chiamò Riccardo Nori, storico chitarrista di Jovanotti. Io e Riccardo ci conosciamo da molto tempo e avevamo già lavorato insieme. M propose un progetto senza però spiegarmi per cosa esattamente servisse. Era settembre, ero ancora abbastanza libera e accettai. Un po’ di tempo dopo mi richiamò spiegandomi a cosa era servito quel lavoro. In pratica ero stata scelta per suonare il flauto in una melodia per l’ultimo cd di Jovanotti».

Una telefonata che non avrebbe mai pensato di ricevere, ha scoperto così che sarebbe finita nel cd di uno dei cantanti più famosi e amati d’Italia, una bellissima sorpresa.

«Quando l’ho saputo mi sono un attimo turbata e preoccupata. Anche perché poi lo seppi il venerdì per il lunedì dopo. Dovevo prepararmi e il lunedì andare a suonare e registrare la mia parte. Però Nori mi disse che per me una parte del genere era piuttosto semplice».

Così il lunedì Carlotta si presentò alla villa di Ferragamo a Impruneta dove è stato registrato il cd di Jovanotti.

«Sono stati davvero gentilissimi. Mi hanno dato la parte, l’ho guardata e ho iniziato subito a suonare. Avevo solo la base di chitarra, nient’altro, nemmeno la voce. Ho dato varie interpretazioni e loro mi hanno dato massima fiducia. Mi hanno detto “sei te la professionista noi ci fidiamo di quello che farai”. Ero emozionata ma al tempo stesso cercavo di non darlo a vedere perché appunto sono comunque una professionista. Non sapevo cosa si sarebbe effettivamente sentito, perché in fase di mixaggio le cose possono cambiare. Poi appunto non avevo mai sentito la canzone. E’ stato bellissimo quando poi dal cd ho ascoltato la canzone e si sentiva distintamente il mio flauto. Ho pianto tutto il giorno per l’emozione dopo averla ascoltata».

Quasi nessuno sa che il flauto che si ascolta in «Chiaro di luna» è della insegnante Carlotta Vettori anche perché lei stessa è molto timida e riservata e oltre ai suoi allievi non l’ha detto a nessuno.
Carlotta ha studiato alla Verdi di Prato e vive nella città, ma da sei anni è praticamente una vaianese d’adozione.
La classe di musica inserita alle medie infatti insieme alla scuola di musica negli ultimi sei anni hanno riportato un fermento musicale anche nei ragazzini che mancava da un po’.

«Nonostante il territorio sia molto vasto le iscrizioni sono sempre maggiori. Pensate che ci sono dei ragazzini che vengono a fare lezione dalle 19 alle 20 e che vengono anche da Carmignanello o Migliana. E’ un impegno grosso e l’anno scorso per la prima volta avevamo così tante richieste di iscrizioni che purtroppo abbiamo dovuto dire di no a qualcuno. Sta diventando una bella realtà. Non dimentichiamoci poi che l’obiettivo principale della musica è la socializzazione, di cui c’è sempre più bisogno».

MERCATINI DI NATALE A VAIANO: VIDEO.

Leggi anche:  Controlli della vista gratuiti a Firenze domani

I BAMBINI DELLA BRIGLIA DECORANO L’ALBERO DI NATALE: VIDEO.