Una corona di fiori a simboleggiare la memoria perpetua di tutti i caduti della Polizia di Stato è stata deposta questa mattina al Sacrario della Questura dal prefetto e dal questore di Firenze alla presenza del presidente della Sezione Anps Sergio Tinti e dei dirigenti e funzionari di Polizia.

La Messa, celebrata subito dopo dal cappellano provinciale della Polizia di Stato don Luigi Innocenti presso la chiesa di San Giovannino dei Cavalieri, ha voluto testimoniare un momento di raccoglimento e di ricordo di tutte le vittime del dovere, da Fausto Dionisi a Falco, Ceravolo e Rocca da Niutta a Petri, Forino, Colasanti, Reggioli, Mazzillo a Costantini: «tanti “figli delle stelle” che vegliano su di noi».