Era il giugno 2010 quando Rete Cowo® presentava il primo spazio di Coworking a Firenze, aperto nei locali di uno studio creativo del centro storico, evolutosi poi in Coworking Artigiano e Fablab.

E la Regione Toscana, così come fece da pioniere ancora prima il Comune di Milano, è anche una delle amministrazioni locali che sostiene le iniziative di Spazi Professionali Condivisi FabLab e Coworking in Toscana con sovvenzioni economiche legate a Bandi di finanziamento pubblici.

Ovviamente – come accaduto in altri territori – le forme di supporto economico, quando gestite con logiche virtuose, sono un buon sostegno al nascente mercato degli spazi condivisi collaborativi, ed è anche per questo che si è così ben sviluppato l’ecosistema Coworking del territorio toscano.

Vediamo nel particolare le varie realtà che Rete Cowo® – attiva su tutto il territorio nazionale e in Canton Ticino dal 2008 – presenta nella Regione Toscana. 

A Siena, formazione professionale e condivisione di spazi e saperi

Si trova nel centro storico di Siena, lo spazio Coworking aperto nel 2017 presso un Centro Studi attivo nella aree dei servizi innovativi di orientamento al lavoro e di progetti di crescita individuale. Il team, dinamico e aperto, si occupa di progetti sia per amministrazioni pubbliche sia per organizzazioni private, con focus sui servizi per l’impiego e centri di orientamento; le agenzie e organismi formativi; le università e gli istituti di ricerca; le istituzioni scolastiche. Uno spazio Coworking in questo ambito non può non avere una forte focalizzazione sugli ambienti per la formazione, che infatti affinacano i più tradizionali servizi di postazione, ufficio, sala meeting,. 

In Piazza Grande a Montepulciano, con affaccio sul miglior turismo enogastronomico possibile 

Una location davvero unica al mondo è quella che caratterizza lo spazio Coworking a Montepulciano, un Cowo® che fa letteralmente impazzire l’utenza turistica – il Coworking Turistico è una delle tendenze emergenti, nell’ambito della macrotendenza del Coworking – grazie a una sede così storica che più storica non si potrebbe: all’intero del Palazzo delCapitano nella centralissima e storica PIazza Grande.  

La Coworking Community ha una forte tendenza all’innovazione sociale ed è animata da creativi, startupper e consulenti molto orientati al business networking. Da segnalare anche che al Cowo® Montepulciano è data la possibilità ad artisti e artigiani del luogo la possibilità di esporre le proprie opere in un ambiente qualificato e prestigioso. Le postazioni di lavoro e di scrivanie in affitto prevedono diverse soluzioni, variabili per durata di uso degli spazi e di partecipazione alla community.

Coworking

Arezzo: il Coworking a stretto contatto con le imprese… nella sede di Confartigianato Imprese

Chi dice Coworking ad Arezzo dice – ormai da diversi anni – Confartigianato Imprese. L’organizzazione di categoria cittadina ha infatti abbracciato la filosofia del Coworking, oltre che l’attività pratica, già nella precedente sede, da cui ha poi traslocato nel 2018 per i locali nuovissimi e funzionali attualmente occupati. 

I Cowo® Manager dello spazio professionale condiviso di via Tiziano 26 propongono scrivanie, postazioni lavoro, uffici e sale che vengono spesso utilizzate anche oper sessioni formative ed incontri di divulgazione su temi di interesse per l’ecosistema professionale locale.

A Firenze la Coworking Community nasce da una lunga storia di condivisione e relazione

L’attività di Coworking a Firenze viene portata avanti dallo spazio Cowo® presso un’azienda da molti anni focalizzata nella formazione specializzata, e non in ambiti di business generico, ma in un settore quanto mai particolare e delicato: l’emergenza medica. Il team che gestisce il Cowo® Firenze, infatti, ha portato nella condivisione di spazi ed esperienze lavorative che è il Coworking, il proprio know-how in ambito relazionale.

La Coworking Community fiorentina trova quindi in via Panciatichi 106 un ambiente dove relazioni e networking sono saldamente presenti nel DNA della realtà di riferimento. 

Grosseto: tecnica e project management al servizio del Coworking

Fra gli spazi presenti nell’elenco certificato della Regione Toscana, il Cowo® Coworking Grosseto è forse quello con l’anima più tecnica, orientata alla cultura gestionale. 

Le attività dello spazio Coworking sono spesso orientate a corsi di formazione anche in ambito scientifico e divulgativo, come conseguenza dell’impegno professionale della Coworking Community negli ambiti, appunto, correlati. 

Prato: software e digital alla grande, in un grande Coworking

Le dimensioni del Coworking Prato impressionano chiunque vi entri. Spazi grandissimi, ambienti enormi, ma senza per questo risultare mai eccessivi… la sensazione è semmai quella di poter disporre di spazio a volontà., E in effetti, si tratta di una proposta piuttosto importante, dove le postazioni di contano a decine, le sale sono spesso utilizzate per incontri pubblici aperti, eventi di networking con affluenza di numerosi partecipanti.

Il Cowo® a Prato propone una condivisione collaborativa che contamini la cultura digitale e software-oriented dell’azienda ospitante con i talenti e le capacità espresso dai professionisti e dalle aziende che utilizzano i servizi del Coworking. 

Come si vede, c’è molto Coworking in Toscana, e soprattutto c’è molta vita nei CoworkING: quella linfa di relazioni, networking, contatti e possibili opportunità che fanno degli spazi professionali condivisi e collaborativi della Toscana un Network di Cowo® particolarmente interessante e stimolante.

Un tessuto imprenditoriale e professionale che accomuna in modo virtuoso moltissime professionalità, il tutto con una forte trasversalità, in termini di età, di competenze, di geolocalizzazione.

Per approfondire

Sito istituzionale Rete Cowo® Coworking Network: www.CoworkingProject.com

Coworking su Wikipedia (pagina originale in inglese): en.wikipedia.org/wiki/Coworking

Coworking su Wikipedia (pagina in italiano): it.wikipedia.org/wiki/Coworking