“Ad un certo punto della mia vita, soddisfatta del mio sapere e del mio saper fare, mi sono accorta che un traguardo ancora mancava per sentirmi completa e realizzata: mettere la mia conoscenza ed esperienza a disposizione di altre estetiste. Ciò che volevo era uscire dai confini del Centro nel quale ero cresciuta, maturata ma che a quel punto della carriera non mi bastava più. Ma…Non sapevo bene da dove iniziare”. Si racconta così Maria Drovandi, 59 anni, portati meravigliosamente, sestese doc, tutta energia, organizzazione e flessibilità.

Maria Drovandi

“Per soddisfare un obiettivo, qualunque esso sia – prosegue – ti servono competenze, strategie e flessibilità. Raggiungere traguardi non è mai semplice, ecco la ragione per cui pochi o non tutti ci riescono”.

Per riuscirci Maria si è rimessa in gioco a un’età, dato non trascurabile, dove la maggior parte delle persone vorrebbe solo rallentare, e si è iscritta a un master. Qui Maria ha seguito un percorso preciso e molto impegnativo per ottenere dei risultati importanti. Si è sottoposta a prove dure che le hanno fatto conoscere i propri limiti ma anche le capacità e la forza di superarli. Maria gestisce da oltre 30 anni un salone di bellezza, un punto di riferimento importante per chi vuole prendersi cura del proprio corpo partendo da un approccio integrato e studiato specificamente sulla persona.

“Io nasco come estetista – ha detto Maria – e, nei primi anni della carriera, mi sono cimentata in questo lavoro in maniera tradizionale poi, quando ho sentito l’esigenza di cambiare, di dare una svolta alla mia vita, ho ripreso a studiare, ad approfondire nuove tecniche che tenessero conto del benessere partendo da uno stile di vita sano e soprattutto dell’importanza dell’individuo come persona con le sue unicità e peculiarità”.

Non trattamenti in serie, dunque, ma studiati per e con la persona. Un po’ come un abito sartoriale. Il vero traguardo che Maria si è portata a casa è però un altro.

“Credo che non ci si debba fermare mai – ha ribadito – Non si smette mai d’imparare e per questo ho deciso di mettere le mie conoscenze a disposizione di altre estetiste ma per farlo al meglio diventare coach nel settore bellezza è stato un passaggio obbligato. Così ho affrontato e superato le selezioni per entrare a far parte del Micap (Master Internazionale in coaching ad alte prestazioni) del dottor Roberto Cerè (Executive coach di grandi organizzazioni quali Scuderia Ferrari, Gucci, Banca Intesa, Mattel, Benetton)”.

Maria Drovandi

Un master che prevede molte prove. Fra queste un corso di sopravvivenza di sette giorni e sette notti sul monte Faito.

“E’ stata un’esperienza che mi ha insegnato – ha spiegato ancora Maria – a gestire situazioni particolari e difficili riuscendo a esercitare un controllo importante sull’ansia, a non perdersi a d’animo e a fronteggiare gli imprevisti. E’ stata un’esperienza meravigliosamente difficile”.

Non certo l’unica. Infatti il percorso per raggiungere l’obiettivo prevede anche la partecipazione alla maratona di New York. E Maria nel 2016 è riuscita a portare a termine con successo entrambe le prove.

“Una grande soddisfazione – ha commentato Maria Drovandi – Un traguardo che sono riuscita a raggiungere mettendo in campo tutto quello che ho appreso durante il corso. Prima della maratona mi ero sottoposta a esami medici che avevano evidenziato la presenza di un’anca incrinata e due versamenti. Tutti i medici mi hanno detto che non ce l’avrei fatta a superare la maratona ma io ho deciso di partecipare lo stesso. Quella decisione e quel traguardo ancora oggi mi fa dire: “Maria ce la fai” perché sono io che lo voglio. Una prova importante che richiede tenacia e determinazione ma soprattutto insegna che non si deve mai perdere di vista l’obbiettivo”.

Adesso Maria sta completando tutti gli step necessari per certificarsi coach.

“Sto completando la stesura del libro – ha concluso Maria – sulla mia vita, sulle mie diverse esperienze per far capire che con l’impegno e la determinazione è possibile cambiare e migliorarsi. Io ho attraversato tante fasi nella mia vita ma la volontà mi ha spinto a cimentarmi in qualcosa di più grande che è stato difficile raggiungere perché ha comportato un cambiamento profondo, quasi una rinascita. Raccontare la mia esperienza e il mio percorso formativo in un libro è anche un modo per aiutare gli altri, dando loro la spinta necessaria per trovare il coraggio di cambiare. Il libro, infatti, è una sorta di manuale ed è rivolto agli imprenditori della bellezza, lavoro che oggi posso svolgere con serenità e soddisfazione grazie a quella resilienza che la vita e questo ultimo master mi hanno sviluppato. Ovviamente il mio biglietto da visita è il centro di bellezza, quello che insegno oggi è il frutto della mia esperienza. Il master mi ha dato gli strumenti per potermi rivolgere con credibilità e autorevolezza ai professionisti”.

E questo, se un po’ abbiamo conosciuto Maria, è solo uno dei tanti traguardi che ancora l’aspettano.