Affrontare mesi di attesa per un esame diagnostico pagando centinaia di euro o attendere solo pochi giorni e fare il medesimo esame senza spendere niente ma cambiando Regione? Una scelta dall’esito abbastanza scontato che il campigiano Andrea Cantini si è ritrovato a fare tempo fa, nel mese di settembre, e che fa riflettere sulle criticità della sanità toscana.

“Mi sono sentito poco bene e sono andato dal dottore. Oltre alle semplici analisi del sangue mi ha prescritto anche altri esami, avvertendomi che sarebbero stati abbastanza costosi e dicendomi di farli in una ventina di giorni. La prima cosa che ho fatto è stato cercare attraverso il Cup se c’erano posti in convenzione, ma non ho trovato niente. I primi disponibili per i due esami, che costavano uno 310 euro e l’altro 120, erano uno per dicembre 2018 e uno per aprile 2019. Allora ho cominciato a guardare anche altrove, ma anche pagando c’era sempre un’attesa di due o tre mesi. Ho cercato a Prato e poi a Pistoia dove ho trovato la migliore delle ipotesi fino a quel momento, 210 euro in una decina di giorni.

A quel punto, ripensando anche a discorsi che avevo sentito fare da altre persone, ho pensato di andare a sentire fuori dalla Toscana, in Emilia Romagna. Ho chiamato una clinica di Castiglion de Pepoli. Lì mi hanno dato appuntamento dopo tre giorni per un esame e dopo cinque per l’altro, oltretutto in convenzione. Mi sono anche informato su quanto sarebbe stato il costo senza la convenzione e mi hanno detto 150 e 60 euro”.

Una differenza troppo grande per non farsi delle domande.

“Quello che non capisco – ha aggiunto infatti – è perché ci sia una differenza così se sono gli stessi esami ovunque. Sono troppo furbi in Toscana o troppo ingenui in Emilia? Come si fa a spendere il doppio per le stesse analisi? A questo punto mi chiedo, quando l’attesa per un appuntamento supera i trenta giorni, non sarebbe meglio se la ricerca venisse allargata anche fuori dal Cup fiorentino? Dopotuto anche la distanza in questo caso non è così esagerata, in 45 minuti si arriva a Castiglion de Peoli e non ci sono neanche problemi di parcheggio, praticamente ci si mette quasi meno che attraversare Firenze con i lavori”.

Potrebbe interessarti anche:
Sanità toscana: obbiettivo ridurre i tempi d’attesa per interventi e prestazioni