Il consiglio comunale di Campi invece ha scelto la strada dell’accoglienza

E’ ridicolo che la la Lega di Salvini, Ministro degli Interni, si scagli contro gli arrivi regolari
previsti proprio dal suo Ministero, inseguendo un movimento antidemocratico e violento
come Casa Pound.
Ridicolo è ancora che si parli di invasione di fronte all’arrivo di poche persone in una città
di 50.000 abitanti che, sempre secondo i numeri del Ministero, può arrivare ad ospitare
264 persone, mentre oggi in totale sono 70 divisi in più strutture e senza che si siano
manifestati disagi o problemi.
E’ evidente la strumentalizzazione a fini politici: si vuole seminare paura e odio.
Campi è un’altra cosa.
Nel rispetto delle regole e del buonsenso, come abbiamo sempre ripetuto, ci faremo carico
di dare risposte al tema delle migrazioni in un’ottica di collaborazione con le istituzioni, le
associazioni e il privato sociale come previsto dal progetto Sprar: la migliore alternativa ad
oggi possibile per la gestione di persone che hanno il diritto costituzionale a stare in Italia,
perchè garantisce controllo pubblico ed offre percorsi di reinserimento sociale e lavorativo.
Il Consiglio Comunale , in data 30 maggio 2017, senza nemmeno un voto contrario, ha
scelto questa strada, e oggi non ci sottraiamo alle responsabilità.
La manifestazione indetta al Gorinello per mercoledì 26 settembre vuole soffiare sul fuoco
mentre noi siamo impegnati in un lavoro di ascolto e rassicurazione dei cittadini.
La Lega manifesta quindi contro il proprio Governo che alimenta la propaganda ma invia i
migranti. Noi lavoriamo per gestire i problemi, per informare i cittadini e per garantire che
si possano coniugare sicurezza, accoglienza e legalità.