Il club di appassionati di auto sportive della casa Hethel dona duemila euro al Meyer.

Natale all’insegna della solidarietà

Natale all’insegna della solidarietà per il Club Lotus Italia, il club italiano che riunisce oltre 300 appassionati di auto sportive nel segno del mito della casa di Hethel.

Grazie al supporto dei soci del Cli e degli sponsor, il Club è riuscito a donare un maxi-assegno del valore di 2mila euro alla Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, punto di riferimento per la pediatria nazionale sul fronte della ricerca, delle metodologie innovative di cura e dell’accoglienza del bambino. Parte del ricavato del Cli Christmas Tour dello scorso 23 e 24 novembre (tra Chioggia e le Valli di Comacchio, con tappa al circuito di Misano per il round finale di Lotus Cup Italia Speed Championship) è stato quindi devoluto alla struttura fiorentina e servirà a finanziare le tante attività ospedaliere messe in campo per i piccoli bimbi ammalati.

Ieri la donazione

Ieri il grande assegno simbolico, firmato da tutti i soci del Club che hanno preso parte alle due giornate del raduno natalizio, è stato consegnato dal presidente del Cli, Paolo Zannelli, alla Fondazione Meyer.

“Questo gesto è frutto della generosità dei nostri associati e dei partner che ci supportano durante le nostre manifestazioni – ha sottolineato il presidente -. Siamo felici di poter contribuire a una causa importante come quella portata avanti dal Meyer, una eccellenza in campo nazionale”.

Leggi anche:  Il "Giorno della Memoria" al Teatro Bolognini con tutte le scuole superiori della provincia

L’intenzione del Cli è di far diventare fisso l’appuntamento con la solidarietà: ogni anno una parte del ricavato del raduno natalizio verrà donata alle tante realtà e associazioni nazionali che si spendono per gli altri.

La storia del Cli

Nato nel 2012 per volontà del fondatore Paolo Zannelli, il Club Lotus Italia è un’associazione no profit che unisce passione per i motori e sana amicizia. Oggi il Club, che è cresciuto nel corso degli anni, conta oltre 300 soci da ogni parte d’Italia e dall’estero, uniti dall’amore per le Lotus e dalla voglia di condividere il mito della casa di Hethel.

Sono in media 7 gli eventi che il Club organizza ogni anno per i propri appassionati, in giro per la Penisola e l’Europa: raduni su strada e in pista, in autodromi di primo livello; test di regolarità in contesti di suggestiva bellezza e visite dirette all’azienda, nella base inglese Lotus.

Dal 2019 il CLI è inoltre co-promotore della serie ufficiale Lotus Cup Italia Speed Championship, manifestazione sportiva dedicata ai proprietari di vetture Lotus stradali.

LEGGI ANCHE: NATALE, LE PREVISIONI DEI CONSUMI IN TOSCANA