Rete di Protezione civile, arriva nuova centralina meteo. Il Comune ringrazia: a Vaiano adesso sono 4, in Vallata diventano 8.

Nuova postazione meteo Vaiano

Il sistema di Protezione civile che monitora Vaiano e la Val di Bisenzio può contare su una nuova centralina meteo che è stata collocata da pochi giorni sulla palazzina di via Aldo Moro a Vaiano dove ha sede la sala operativa di protezione civile che viene attivata quando si registra una emergenza sul territorio (l’ultima volta a dicembre per il terremoto che ha colpito il Mugello).

L’associazione

C’è un’associazione, la ValbisenzioMeteo onlus, che dalla fine degli anni Novanta è attiva e affianca Comuni e Unione dei Comuni per dotare e mantenere attivo il sistema di centraline meteo.

“L’attività e la passione del gruppo di ValbisenzioMeteo sono una risorsa  preziosa per tutti, questo gruppo è un supporto formidabile per il sistema di protezione civile che si regge sulla collaborazione positiva tra Comuni, istituzioni di vario genere, e rete del volontariato. A nome del Comune di Vaiano ringrazio l’associazione Valbisenzio Meteo per l’impegno costante di questi anni e per questa ultima iniziativa attivata”, mette in evidenza Marco Marchi, vicesindaco di Vaiano.

“Con questo nuovo impianto le centraline nel territorio di Vaiano diventano quattro, quella di via Aldo Moro si aggiunge alle stazioni dell’Ecoparco, di Sofignano e di Schignano. Le istituzioni hanno sempre sostenuto i nostri progetti”, sottolinea Roberto Bartoli referente del gruppo comunale di Protezione civile e fondatore dell’associazione con il presidente Antonio Alberghi e un piccolo gruppo di volontari

Leggi anche:  Frana a Sofignano, ripristino della strada già concluso

Otto centraline in Vallata

Grazie all’azione instancabile di ValbisenzioMeteo- che viene supportata costantemente dall’Unione dei Comuni – adesso le centraline della Vallata sono diventate otto: oltre alle quattro di  Vaiano, ci sono postazioni a Montepiano  Poggio di Petto, e nell’area Fabbrica Meucci a Vernio (con videocamera posizionata sull’asta idrotermica per tenere sotto controllo il Bisenzio). Molto presto, grazie alla collaborazione con Legambiente, una nuova centralina verrà posizionata a Cave.

“Sono strumenti dotati anche di videocamere che ci consentono un monitoraggio costante del territorio attraverso un sistema di trasferimento dati via internet – spiega ancora Bartoli – le centraline, che nel caso di situazioni di criticità sono preziosissime, rilevano alcuni elementi fondamentali come la pluviometria, la direzione e la velocità del vento, l’umidità e naturalmente la temperatura”.

Per l’acquisto della nuova centralina è stata decisiva la collaborazione di un gruppo di privati: Flossy Pub di Schignano, la Pro Loco e il Circolo Arci di Schignano, la Roccatura Leonardo Ceri e l’impresa edile Fratelli Martorana.

LEGGI ANCHE: STATO DI AGITAZIONE AL TRIBUNALE DI PRATO