Pay and go Tiemme: prosegue l’inovazione tecnologica. Adesso è possibile pagare il biglietto con carta di pagamento contactless sulla tratta Siena-San Gimignano.

Pay and Go Tiemme: il progetto

Cresce l’innovativo progetto di monetica di Tiemme per pagare il biglietto a bordo del bus semplicemente con il bip della propria carta di pagamento contactless. Primi in Italia per lo sviluppo del sistema di pagamento EMV  sull’intero servizio urbano di Grosseto, questo nuovo passo tecnologico porta Tiemme tra le prime aziende in Europa in virtù de un nuovo sistema di pagamento ce si applica ad una line extraurbana tra Siena-Colle Val d’Elsa- Poggibonsi- e San Gimignano (linea 130) fino a Firenze.

Come funziona il servizio

Il sistema di pagamento a bordo funziona con tutte le carte di pagamento (credito, debito e pagamento) operanti sul circuito Mastercard e Visa (inclusi Maestro e V Pay). Sono esclude le carte bancarie del solo circuito italiano “Bancomat”. Salendo sul bus è sufficiente avvicinare la propria carta alla nuova obliteratrice (che nella fase di start-up del progetto affiancherà quelle tradizionali,che continueranno a leggere i biglietti cartacei), selezionare la tratta di viaggio desiderata tra quelle disponibili, attendere il bip di convalida e la luce verde, quindi accomodarsi a bordo. Il biglietto sarà a tutti gli effetti un titolo di viaggio extraurbano, dallo stesso costo di quello tradizionale, senza nessuna maggiorazione. 

Leggi anche:  Mercatone Uno, nuovo tavolo di crisi al ministero

Parla il presidente di Tiemme Massimiliano Dindali

“Il valore aggiunto di questo progetto è fondamentale. Intanto perchè il modo in cui il trasporto pubblico si presenta non solo agli occhi dei propri cittadini ma anche dei turisti, dei visitatori – spiega il presidente di TiemmeMassimiliano Dindalini – La scelta di usare la carta di credito per adempiere all’acquisto del biglietto a bordo con un semplice tap su una linea extra urbana è un passaggio innovativo, basti pensare che non c’è un collegamento diretto a terra ma i mezzi sono collegati wireless con un sistema che consente di individuare il mezzo sul territorio e di conseguenza pagare la tratta interessata”.