Atti persecutori, i Carabinieri di Vaiano denunciano una 39enne di origini albanesi.

GUARDA IL VIDEO: PRIMO MAGGIO A VAIANO

Perseguita una connazionale: denunciata

Lunedì i carabinieri della Stazione di Vaiano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa una 39enne di origine albanese del luogo, per i reati di minacce ed atti persecutori. ù

Provvedimento

Il provvedimento emesso dall’autorità giudiziaria pratese, in tempi rapidissimi, è scaturito al termine delle indagini condotte dai militari, a seguito delle quali erano emersi una serie di comportamenti persecutori, attuati dalla donna nei riguardi di una sua connazionale, atti che si erano concretizzati a mezzo telefonate e messaggi con minacce anche di morte. La parte offesa ha sottolineato lo stato di ansia e di angoscia procurato dal comportamento ossessivo della conoscente, e che pertanto era costantemente costretta a stare attenta ogni qualvolta usciva di casa per paura riguardo alla sua incolumità.

Divieto di avvicinare la donna

Pertanto il Giudice, sulla scorta degli elementi emersi, al fine di scongiurare il pericolo di ulteriore reiterazione delle medesime condotte, ha prescritto alla donna di mantenersi lontano dai luoghi frequentati dalla persona offesa e di non comunicare con la stessa attraverso qualsiasi mezzo neppure in forma scritta o a mezzo del telefono o della rete internet.

Leggi anche:  Palio di Siena di agosto 2019: vince la Selva al fotofinish

LEGGI ANCHE: MALTEMPO ALLARME AGRICOLTORI, RISCHIO CATASTROFE