In occasione delle giornate di preapertura della caccia, gli agenti della polizia provinciale saranno, come ogni anno, dislocati sul territorio per garantire che le attività si svolgano nel pieno rispetto delle regole.

Preapertura caccia

In occasione delle giornate di preapertura della caccia, gli agenti della polizia provinciale saranno, come ogni anno, dislocati sul territorio per garantire che le attività si svolgano nel pieno rispetto delle regole.

La caccia sarà consentita esclusivamente da appostamento e nel solo ATC di residenza venatoria o nelle Aziende Faunistico Venatorie:

–  il giorno domenica 1 settembre 2019, dalle ore 6,00 alle ore 19,00 alle specie:  tortora (Streptopelia turtur), gazza, ghiandaia e cornacchia grigia

–  il giorno domenica 8 settembre 2019, dalle 6 alle 19 alle specie: gazza, ghiandaia e cornacchia grigia.

Il carniere massimo per cacciatore e per giornata sarà di 20 capi di cui non più di 10 tortore nella giornata in cui è concessa la caccia a tale specie.

Nelle stesse giornate sarà possibile effettuare la caccia allo storno (Sturnus vulgaris) ai fini di prevenire i danni all’agricoltura. L’abbattimento della specie potrà avvenire con le seguenti limitazioni:

Leggi anche:  “Pet relax”, gli amici a quattro zampe nelle sale di attesa delle pediatrie

– massimo 20 capi per giornata;

– nei vigneti, uliveti e frutteti con presenza di frutto pendente e entro i 100 metri di distanza dagli stessi; devono comunque essere presenti sistemi incruenti di prevenzione dei danni;

– senza l’utilizzo di richiami della specie storno.

Le giornate di apertura anticipata non sono consentite all’interno delle ZPS (zone di protezione speciale) e nelle ulteriori aree specificatamente indicate nel calendario venatorio 2019-20.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito sito web della Regione.

LEGGI ANCHE: PALAZZO PITTI DIVENTA LO SCENARIO DI UN NUOVO VIDEOGIOCO