La manifestazione, che ha il patrocinio della Provincia di Siena e la collaborazione della Città Metropolitana di Firenze

Premio letterario Chianti,  ecco i cinque finalisti della XXXII edizione

I cinque autori finalisti della XXXII edizione del Premio Letterario Chianti sono: Carlo Carabba (Come un giovane uomo, ed. Marsilio), Valentina Farinaccio (Le poche cose certe, Mondadori), Lia Levi (Questa sera è già domani, E & O), Massimo Maugeri (Cetti Curfino, La nave di Teseo) e Rosella Postorino (Le assaggiatrici, Feltrinelli).

I nomi dei cinque finalisti, selezionati dal comitato tecnico del Premio, sono stati resi in un incontro lunedì sera 14 gennaio, presso la storica residenza ‘Villa il Poggiale’, in via Empolese 69, a San Casciano, promossa dal Rotary San Casciano-Chianti, sponsor della manifestazione culturale, con la Presidente Sandra Ricci, lo scrittore Paolo Codazzi, il Prof. Giuseppe Panella e i Sindaci di Greve in Chianti Paolo Sottani e di San Casciano in Val di Pesa Massimiliano Pescini.

Gli autori finalisti incontreranno in cinque Comuni del territorio chiantigiano fiorentino e senese una giuria popolare di 350 lettori (l’unica al mondo, con il coinvolgimento delle biblioteche locali), in incontri che si terranno di sabato, alle ore 17, in località del Chianti.

Il primo incontro, con Carlo Carabba (Come un giovane uomo, ed. Marsilio), il 23 febbraio, al Cinema Italia di Castellina in Chianti;

il secondo, con Rosella Postorino (Le assaggiatrici, Feltrinelli), il 2 marzo, al Cinema comunale di Radda in Chianti;

il terzo, il 23 marzo, con Valentina Farinaccio (Le poche cose certe, Mondadori), al Teatro Niccolini di San Casciano;

il quarto, il 13 aprile con Lia Levi (Questa sera è già domani, E & O), alla Filarmonica G. Verdi di San Donato in Poggio (Tavarnelle);

il quinto, il 27 aprile, con Massimo Maugeri (Cetti Curfino, La nave di Teseo), alla Società Filarmonica di Gaiole in Chianti.

Leggi anche:  Prete indagato per violenza sessuale su 19enne. Avvocato: "Nega categoricamente"

La cerimonia finale avverrà nel mese di maggio 2019

Motori accesi dunque per il riconoscimento sponsorizzato e promosso da otto Comuni del Chianti fiorentino e senese (Greve, Castellina, Castelnuovo Berardenga, Gaiole, Radda, Impruneta, San Casciano, Barberino-Tavarnelle) e dalla rivista ‘Stazione di posta’, con il contributo di Rotary San Casciano-Chianti, Coop, Società di mutuo soccorso Fratellanza di Greve in Chianti.

Di particolare significato il contributo del Rotary Club San Casciano Chianti, che insieme al Premio, negli anni ha preso in carico e portato avanti diversi progetti. Tra questi: una scuola nel Benin, sostegno allo studio per chi ha particolari necessità, serate con ‘Musica di stelle’ per l’osservatorio del Chianti di San Donato in Poggio.

La selezione degli autori finalisti è stata operata su volumi di narrativa editi dal 1 luglio 2017 al 30 giugno 2018 dal Comitato Tecnico del Premio Letterario Chianti, coordinato da Giuseppe Panella, e composto da Paolo Codazzi, Silvia Martelli (rappresentante del comune di Greve in Chianti), Cecilia Bordone (San Casciano in Val di Pesa), Maria Rosa Fabiani (Radda in Chianti), Paolo Santagati (rappresentante dell’Unione Comunale Barberino-Tavarnelle), Andrea Pucci (assessore alla Cultura del comune di Castellina in Chianti) e Deborah Montagnani (Gaiole in Chianti).

La manifestazione, che ha il patrocinio della Provincia di Siena e la collaborazione della Città Metropolitana di Firenze, è stata inserita tra quelle di rilievo nazionale dal Ministero per i Beni e le Attività culturali.