Concluse le indagini della procura di Firenze che hanno scosso il tranquillo paese dell’Alto Mugello.

Parla l’avvocato del parroco accusato di violenze sessuali nei confronti di una 19enne del posto.

Prete indagato per violenza sessuale

“Il mio assistito nega categoricamente le accuse gravi che gli sono state mosse e nega di aver avuto rapporti sessuali e quindi a maggior ragione di aver usato violenza nei confronti della denunciante con la quale esiste un rapporto di amicizia datato negli anni”.

Questa la nota diffusa dall’avvocato difensore di don Emanuele Dondoli, Francesco Stefani. Il legale si riferisce ai fatti per i quali il sacerdote è indagato dalla Procura di Firenze per violenza sessuale nei confronti di una diciannovenne. Atti che sarebbero avvenuti nella chiesa di Firenzuola, Alto Mugello, tra marzo e giugno dello scorso anno.

Indagini chiuse

Si sono concluse le indagini della procura di Firenze nei confronti di don Emanuele Dondoli, 58 anni, parroco di Pietramala e responsabile di altre parrocchie dell’area firenzuolina, da Montalbano a Le Valli.

L’accusa è di violenza aggravata, come riportano i quotidiani La Nazione e Repubblica oggi, nei confronti di una 19enne del posto che lo ha denunciato dopo essersi rivolta a lui in un momento di difficoltà ed essere stata violentata.

Leggi anche:  Florence Biennale: arriva la mostra internazionale di arte e design VIDEO

Il racconto della ragazza

Secondo il racconto della ragazza lei si sarebbe rivolta al parroco perché convinta di essere posseduta dal demonio e, una volta raccontato il suo disorientamento al prete, questo le avrebbe detto di spogliarsi e, una volta nudo a sua volta l’avrebbe cosparsa di un unguento. Il tutto immortalato dal proprio telefonino. Le foto sono state trovate, durante la perquisizione, ordinata dalla Procura, durante i giorni di Ferragosto. Secondo il pm, la violenza sessuale è aggravata dal disturbo che affligge la ragazza, incapace di esprimere consenso ad un rapporto sessuale; disturbo confermato dalla perizia di un consulente.

Le foto sul telefono

Secondo quanto riportato da La Nazione nel telefonino del prete ci sarebbero anche moltissime altre foto e materiale anche di altre donne in età più matura della ragazza, anche se si specifica che di accuse nei confronti di don Dondoli per adesso ci sarebbe solo quella della ragazza.

LEGGI ANCHE: PARROCO SBAGLIA E PER L’ANNIVERSARIO DI MATRIMONIO FA UN ELOGIO FUNEBRE