Ricorso aeroporto Firenze, il sindaco Falchi replica al governatore Rossi

“Con amarezza prendo atto che dalle sconfitte non si riesce ad imparare alcuna lezione. Dopo la bocciatura della variante al PIT da parte del TAR, abbiamo assistito increduli alla riproposizione del solito copione, con la presentazione di un masterplan privo dei minimi approfondimenti tecnici su ambiente, urbanistica, impatto sulla viabilità, reale fattibilità. Oltre a cittadini e associazioni, c’erano solamente sei ‘autorevoli e bravi’ sindaci a sostenere che si trattasse di una follia e a chiedere di riaprire la discussione. Da ieri si è aggiunto un tribunale della Repubblica che non solo ha riconosciuto la validità delle ragioni del ricorso, ma anche l’impossibilità di realizzare una nuova pista al posto del parco, rimandando a dopo tutti gli studi e gli approfondimenti che anche i sei ‘autorevoli e bravi sindaci’ chiedevano. È grottesco continuare a parlare di interessi localistici mentre ci si continua a sottrarre al confronto col territorio, mortificando una volta in più il ruolo della politica”.

Leggi anche:  La scelta di Salvatore: «Adesso chiamatemi Elisa»

Così il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, replica alle affermazioni rese oggi dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, in merito all’accoglimento del ricorso contro il decreto di VIA del nuovo aeroporto di Firenze