Va in pensione lo storico pediatra di Fiesole. Già chiesta alla Regione la pubblicazione di un bando straordinario. Attivato ambulatorio pediatrico tutti i giovedì a Camerata.

Va in pensione lo storico pediatra

Per l’ambito territoriale Vaglia Fiesole, l’Azienda sanitaria si è subito attivata ed ha chiesto alla Regione Toscana la pubblicazione di un bando per l’assegnazione di un incarico a tempo indeterminato per un nuovo pediatra. Nel frattempo a partire dal prossimo 5 dicembre tutti i giovedì al presidio di Camerata i bambini in età pediatrica dell’ambito territoriale Vaglia Fiesole, troveranno un ambulatorio a libero accesso in orario 8.30-17.00 con un pediatra disponibile per visite e consulenze.

Doppia soluzione

Le due soluzioni sono la risposta immediata individuata dall’Azienda per garantire la continuità dell’assistenza pediatrica alle famiglie dei circa 1000 bambini che dal 2 dicembre, a seguito del pensionamento del dottor Alberto Tognetti, non saranno più seguiti dallo storico pediatra. A questi interventi si accompagna l’invio nei prossimi giorni da parte della AUSL Toscana centro di una lettera al domicilio dei bambini in età pediatrica di Vaglia e Fiesole, con cui si invitano le famiglie a scegliere un nuovo pediatra o presso lo stesso ambito territoriale o presso gli ambiti limitrofi di Firenze, Sesto Fiorentino, Mugello e Pontassieve. A questo proposito si ricorda che a partire dai 6 anni è facoltà delle famiglie dei bambini in età pediatrica, iscrivere i figli anche nelle liste dei medici di medicina generale.

Leggi anche:  Nasce a Pistoia la sede di “Schola Occurentes”, voluta fortemente da Papa Francesco

Le soluzioni sono state decise all’interno del Comitato aziendale di pediatria e danno la misura dell’impegno con cui l’Azienda sanitaria sta cercando di limitare i possibili disagi derivanti in questi mesi dai pensionamenti o dai trasferimenti in altri ambiti territoriali da parte di alcuni pediatri.

Poi il bando per l’incarico definitivo

Tutto questo in attesa dell’incarico definitivo a tempo indeterminato che sarà conferito a seguito del bando straordinario già chiesto alla Regione, con decorrenza marzo 2020. Non appena venuta a sconoscenza del pensionamento del dottor Tognetti, comunicato quando già i termini per la richiesta di incarico a tempo indeterminato erano scaduti, l’Azienda ha cercato di attivare altre procedure per il convenzionamento: nei mesi scorsi è stato bandito anche un concorso per la copertura dell’incarico a tempo determinato a cui, però, nessun pediatra ha partecipato.

LEGGI ANCHE: AUTO SI RIBALTA, PRENDE IN PIENO IL TUBO DEL GAS