Nel giorno, mercoledì 19 giugno, di inizio dell’esame di maturità con la prima prova di italiano, il sindaco di Pescia Oreste Giurlani ha voluto scrivere di suo pugno una lettera dedicata a tutti gli studenti, pesciatini e non, che si cimentano con questa prova di vita.

La lettera di Giurlani per la maturità

Nel giorno in cui iniziano i temuti esami di maturità, prova che di fatto segna o ha segnato il passaggio dall’adolescenza ad un livello superiore per ognuno di noi, voglio rivolgere un sentito in bocca al lupo a tutti gli studenti che saranno impegnati in queste verifiche del loro percorso di studi.

Sia che continuino la loro esperienza formativa oppure si inseriscano nel mondo del lavoro, l’esame di maturità non si dimentica e quindi auguro a ognuno di loro di affrontarlo con serenità e che i risultati in termini di voto siano in linea con le loro aspettative e rispettino quanto fatto negli anni.

Se per i maturandi il bello viene ora, per tutti gli altri, con la fatidica affissione dei risultati, si conclude l’anno scolastico. Chi è passato si potrà godere le vacanze, chi deve riparare non potrà farlo completamente, chi è stato bocciato rifletterà sui suoi errori. Anche a loro auguriamo il meglio per un futuro che per le giovani generazioni non sembra troppo facile da affrontare. Da parte nostra crediamo che la scuola sia uno dei pilastri dell’azione amministrativa e cerchiamo di fare il massimo, per quello che ci compete. Abbiamo lavorato sulle strutture, sui servizi e cerchiamo di operare perché gli studenti vivano in ambienti sempre migliori e con supporti all’altezza della situazione. Pescia è un polo scolastico importante, che vogliamo, insieme agli altri enti che a vario titolo ne sono responsabili, mantenere e potenziare sempre di più.

LEGGI ANCHE: Soddisfazione per la tappa del Giro d’Italia Under23 conclusa a Pescia