Questa mattina a Palazzo Strozzi Sacrati si è svolto un incontro sindacale per far fronte ai 24 licenziamenti presso la concessionaria C.A.R. Fiat all’Osmannoro. Hanno partecipato i rappresentanti di Fiom, Filcams e l’Rsu aziendale.

La vicenda

Dal 31 gennaio è stata avviata dall’azienda la procedura di licenziamento per 24 lavoratori, su 66 dipendenti complessivi, tra Firenze e Sesto Fiorentino. In campo, secondo i sindacati, ci sono le ipotesi di dismissione della sede cittadina, mantenendo quella all’Osmannoro, e di cessione del ramo d’azienda che si occupa di servizi logistici, con ciò rinunciando ad ogni ipotesi di rilancio aziendale.

Collini invita l’azienda a ritirare i licenziamenti 

“All’azienda chiediamo di rivedere la sua posizione – ha detto Daniele Collini di Fiom Cgil di Firenze – e  ritirare il piano scellerato dei licenziamenti e aprire un confronto con i lavoratori per rilanciare l’azienda. Alle istituzioni invece abbiamo chiesto di convocare al tavolo oltre alla proprietà anche il Gruppo FCA affinché sia coinvolto in questa discussione. Auspichiamo che l’incontro possa tenersi nel più breve tempo possibile, nel frattempo la mobilitazione continua”.