Alla fine le manette sono scattate per l’operatrice sanitaria di Prato che ha avuto un figlio dal 14enne a cui dava ripetizioni.

Questa mattina all’alba infatti la 31enne pratese che cinque mesi fa ha dato alla luce il bambino avuto col minorenne è stata arrestata e l’accusa è quella di violenza sessuale.  Indagato anche il marito, con cui la donna ha avuto un altro figlio che adesso ha 11 anni. A far scattare il provvedimento di custodia cautelare per la 31enne pratese sarebbero stati alcuni gravissimi indizi oltre ad altri dettagli che per il momento la Procura non ha rivelato.

A mettere nei guai il marito invece è stato il fatto che, secondo quanto emerso, fosse a conoscenza della relazione avuta dalla moglie col ragazzo e che il bambino non fosse suo. L’accusa mossa nei confronti dell’uomo sarebbe quindi quella di alterazione di stato, per aver prodotto documenti falsi  per quanto riguarda l’atto di nascita del bambino.

Leggi anche:  Tunisino espulso dal territorio nazionale: era pregiudicato per traffico di stupefacenti

Contemporaneamente alla consegna dell’ordinanza di custodia, gli agenti della squadra mobile stanno anche eseguendo una perquisizione, sequestrando altro materiale nell’abitazione dei due a Prato.

LEGGI ANCHE: Sgominata la banda dei furti in abitazione