Nella giornata di oggi i poliziotti del commissariato di Montecatini Terme hanno proceduto all’arresto di un cittadino italiano di 55 anni residente nella Valdinievole, resosi responsabile dei reati di rapina e di tentato omicidio ai danni della badante, assunta per accudire l’anziana madre.

Era fuggito dal reparto psichiatrico dell’ospedale

Dopo essere fuggito dal reparto psichiatrico dell’ospedale di Pescia (luogo in cui era stato ricoverato la sera precedente a seguito dell’ennesimo acceso diverbio familiare), l’uomo ha fatto rientro a casa e, visibilmente alterato, ha danneggiato la propria abitazione minacciando la madre, convivente con lui, e la badante.

Quando quest’ultima, impaurita, ha afferrato il cellulare per chiedere soccorso alle forze dell’ordine, l’uomo l’ha aggredita colpendola e gettandola sopra il letto, dove, afferrata per il collo, ha tentato di strangolarla.

Durante la colluttazione, la madre ha colpito il figlio con un grosso piatto di porcellana, causandogli un breve stordimento tanto che ha allentato la presa, permettendo così alla badante di divincolarsi e rifugiarsi sul terrazzo da dove, a gran voce, ha chiesto aiuto ai passanti.

Leggi anche:  Sisma nel Mugello: 100 anni fa la terribile scossa

Gli operatori della volante del commissariato di Montecatini Terme, prontamente intervenuti, hanno fermato l’uomo e hanno prestato soccorso alla vittima che è stata accompagnata dall’ambulanza del 118 al pronto soccorso di Pescia dove ha ricevuto una prognosi di 21 giorni.

Nell’abitazione, personale della squadra di Polizia Giudiziaria ha sequestrato un coltello e un forchettone da cucina utilizzati dal cinquantacinquenne per minacciare le due donne.

L’uomo, già gravato da misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex-moglie e ai parenti di lei, è stato tratto in arresto per i reati di tentato omicidio e di rapina. Il pm di turno, Gambassi, ne ha disposto il trasferimento al carcere di Pistoia.

Leggi anche: Spacciava cocaina in via Campi: arrestato dalla Polizia 29enne