Stavolta è toccato ai bambini della scuola primaria Vamba di San Donnino a dover rinunciare alle lezioni a causa delle basse temperature nelle classi. Nonostante il medesimo problema fosse già stato riscontrato l’anno precedente sia in altre scuole sia presso gli spogliatoi degli stadi, la situazione non è affatto cambiata. A sfogarsi sull’accaduto oltre ad alcuni genitori è stato il capogruppo di Forza Italia Paolo Gandola, il quale ha definito l’amministrazione Fossi incapace di programmare e agire in anticipo.

 

Altro caso nel campigiano: alza la voce Paolo Gandola (FI)

 

Non appena le temperature invernali sono diventate più rigide sono purtroppo riemersi i noti problemi presso le scuole campigiane. Se l’anno scorso a bloccarsi erano state le caldaie presso la scuola media Verga e Matteucci, nonché presso gli spogliatoti dello stadio Zatopek e dello stadio Lanciotto Ballerini, nei giorni corsi ad andare in blocco è stata la caldaia presso la scuola primaria Vamba di San Donnino tanto che oggi, su indicazione della scuola, alcuni classi sono rimaste vuote. Nelle settimane scorse, precisa Gandola, capogruppo di Forza Italia, a causa di un blocco alla caldaia che ha impedito il corretto funzionamento dell’impianto termoidraulico, i termosifoni erano già rimasti tiepidi tanto che, secondo alcuni genitori dei bambini che frequentano la scuola, la temperatura all’interno delle classi non ha mai superato i 14 gradi e ieri è accaduto di nuovo. Da quanto emerge, secondo i primi contatti ricevuti, commenta ancora Gandola, dopo anni l’amministrazione comunale ha provveduto durante l’estate a sostituire solo una delle due caldaie presenti presso la struttura scolastica. Il blocco della caldaia più datata ha dunque arrecato disagio solo a metà scuola tanto che oggi a rimanere a casa sono state solo alcune classi della scuola. Nella giornata odierna, ci risulta che l’amministrazione comunale procederà, finalmente, e con procedura d’urgenza a sostituire anche la seconda caldaia. E così, ovviamente è infuriata la polemica dei genitori a causa del disagio arrecato. “Che quella caldaia risultasse datata e scarsamente funzionante lo sappiamo da anni”, ha denunciato una mamma.

Leggi anche:  Incidente mortale ed auto distrutta

Perché l’amministrazione comunale ha provveduto nei mesi scorsi a sostituire solo una delle due caldaie? A voler vederci chiaro è Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia a Campi che aggiunge: ecco l’ennesimo disagio causato a decine di famiglie a causa dell’incapacità dell’amministrazione comunale a provvedere ad un corretto e adeguato sistema di controllo e ad una adeguata programmazione degli interventi sugli impianti comunali. La situazione non è nuova ed e notoria a tutti. E’ da almeno un decennio che sappiamo degli annosi problemi alle caldaia delle scuole di San Donnino. Adesso per quanti giorni rimarrà chiusa la scuola? E soprattutto, chiede ancora Gandola, quale sarà la prossima emergenza all’interno degli stabili o delle scuola comunali? Una buona amministrazione lavora non in emergenza ma programmando gli interventi. Tutto ciò all’Amministrazione Fossi non è mai riuscito e ciò che avvenuto oggi non è che l’ultima testimonianza.