Sono stati identificati e denunciati a piede libero tre ragazzi che lo scorso mese di giugno hanno provato a mettere in difficoltà il capotreno del convoglio diretto a Bologna, alla stazione di Vaiano.

Viaggiavano senza biglietto e non volevano scendere

I ragazzi viaggiavano senza biglietto e si rifiutavano di scendere dal treno, facendo resistenza al capotreno. Quando è intervenuto un carabiniere fuori servizio, l’hanno aggredito e sono scappati alla fermata di Vaiano. L’episodio è avvenuto nello scorso mese di giugno a bordo del treno regionale che collega Prato a Bologna. Il capo treno si rivolge ad un carabiniere del 5° Reggimento Emilia Romagna, che viaggiava per raggiungere la propria sede di servizio, chiedendogli assistenza per procedere all’identificazione di tre ragazzi e verificare il possesso di regolare biglietto.

I ragazzi si sono sin da subito mostrati insofferenti al controllo minacciando, offendendo ed opponendo resistenza al militare ed al capo treno. Arrivati alla stazione di Vaiano, dopo aver spintonato il carabiniere, che nel frattempo aveva allertato e chiesto supporto ai militari della Stazioni Carabinieri di Vernio, in quel momento di pattuglia, i ragazzi sono scesi e si sono allontanati facendo perdere le proprie tracce. Attraverso la visione del sistema di videosorveglianza del Comune di Vernio nonché delle descrizioni fornite dal capo treno e dal carabiniere, i militari della stazione di Vernio hanno identificato e raccolto precisi indizi di colpevolezza a carico di tre ragazzi, di cui un minorenne, deferendoli all’autorità giudiziaria ordinaria e dei minorenni ipotizzando il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Leggi anche:  Carabinieri inseguono auto che non si era fermata al posto di blocco

Leggi anche: Rissa e aggressione nel carcere di Prato