Nell’ ambito di un servizio coordinato finalizzato al contrasto della vendita di prodotti contraffatti svolto a Sesto Fiorentino, in località Osmannoro, e Campi Bisenzio i Carabinieri della Compagnia di Signa hanno tratto in arresto una donna di nazionalità cinese classe ’65 perché destinataria di un ordine di carcerazione per il reato di sfruttamento di manodopera clandestina. La donna, controllata durante lo specifico servizio e sottoposta a controllo, dovrà scontare 6 mesi di reclusione, oltre al pagamento di un’ammenda di 15.000 euro, per il reato commesso a Signa (FI nel luglio 2013.

I controlli venivano estesi anche in località Osmannoro ove i Carabinieri deferivano in s.l. un cittadino cinese classe ‘83 perché presso a produrre e detenere 400 borse riproducenti illegalmente
il modello di una nota griffe francese. L’uomo, nel proprio laboratorio pellettiero, deteneva anche numerosi stampi in metallo utili alla produzione del prodotto contraffatto.

I beni, dal valore stimato di 16.000 euro, sono stati presi in custodia dai militari dell’ Arma mentre la donna arrestata è stata associata presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.