Il ministro dell’agricoltura, Gian Marco Centinaio, ha incontrato istituzioni e vivaisti pistoiesi a Masiano in un convegno organizzato dall’Associazione Vivaisti Italiani presieduta da Vannino Vannucci. E la richiesta è stata esplicita: favorire il percorso di potenziamento del Cespevi

Cosa chiedono i vivaisti pistoiesi al Ministro?

Mattinata pistoiese per il leghista Gian Marco Centinaio, venuto in città (primo ed unico ministro del Governo Lega-M5S ad arrivare a Pistoia dal loro insediamento, ma si tratta della seconda volta dopo essere già stato in città ad ottobre) per partecipare ad un convegno organizzato a Masiano dall’Associazione Vivaisti Italiani presieduta da Vannino Vannucci che, in un documento apposito, ha consegnato un documento con le criticità che il settore sta avendo in questo periodo.

Un momento dell’incontro del Ministro in Prefettura

Prima di arrivare di fronte ai vivaisti pistoiesi, il Ministro è stato ricevuto dal Prefetto di Pistoia, Emilia Zarrilli, in un breve tavolo organizzato in Prefettura alla presenza del Questore Salvatore La Porta, del sindaco Alessandro Tomasi e delle altre cariche militari cittadine.

Leggi anche:  Chiedeva soldi al parroco di Tizzana: trovato morto alla stazione di Prato Lover Hening

Nella sala di Masiano, gremitissima da oltre 200 vivaisti, sono arrivate richieste esplicite. “Pistoia è la più importante fabbrica d’ossigeno in Italia – ha ricordato Vannino Vannucci – ed al Governo noi chiediamo di proteggere tutto questo”. Mentre, altri interventi si sono concentrati sul Centro Sperimentale del Vivaismo, Cespevi, acquistato di recente dalla Fondazione Caript ma che necessita di importanti investimenti.

“Soltanto con la riqualificazione totale del Cespevi – ha commentato il sindaco, Alessandro Tomasi – si può candidare Pistoia ad essere il più importante centro di ricerca florovivaistico e dell’agricoltura d’Italia e non solo”.