Derubati gli orchestrali, cancellato il concerto. Ci doveva essere  uno spettacolo con le colonne sonore di alcune delle più note produzioni cinematografiche internazionali, ma poi si è trasformato in una scena da film. Una sorta di «Prova a prendermi» in salsa sancascianese. È successo lunedì scorso a San Casciano in Val di Pesa. E’ l’inizio del concerto quando alcuni degli addetti dei lavori si accorgono che erano spariti due telefoni cellulari (un iphone e un samsung) e due portafogli. Quanto è bastato per interrompere il concerto e dare la caccia al colpevole.

In cerca del ladro.

Una mobilitazione che ha visto in campo tutti i volontari e un carabiniere in borghese che si trovava lì con la famiglia. Basterà mezz’ora o poco più per venire a capo del colpevole. Ad aver commesso il furto una donna, già nota alle forze dell’ordine, che nonostante il retro del palco fosse presidiato e comunque illuminato, non si è fatta problemi nel rovistare nelle borse per poi darsela a gambe nel centro del paese.

Leggi anche:  Batterio killer all'ospedale: aperta un'inchiesta

Ritrovato tutto il materiale rubato.

Il primo pit stop lo ha fatto in una sala slot nei paraggi, spendendo i pochi spiccioli all’interno di uno dei portafogli. Evidentemente, però, ha avuto poca fortuna nel gioco così ha provato a prelevare dalle carte trovate nei portafogli, ma senza successo. Infatti, in un secondo momento mancherà solo una carta prepagata. Ritrovati anche i cellulari che sono stati fondamentali per rintracciare la donna grazie all’applicazione installata dai proprietari. La donna è stata poi trovata nei pressi della piazzetta Simone Martini dove è stata trattenuta fino all’arrivo dei Carabinieri. Insomma, forse ispirata dalla serata, voleva anche lei essere protagonista del film di Steven Spielberg. Una Leonardo Di Caprio-Frank Abagnale Junior, ma senza successo. La fuga, infatti, è durata poco.