Le due, di Montespertoli, si trovavano in vacanza sulle Dolomiti. Donna muore per shock anafilattico: il Tribunale di Firenze ha disposto accertamenti e fermato a sorpresa anche il funerale.

I Carabinieri hanno fermato il corteo funebre

Giallo d’estate a Montespertoli dove lo scorso 4 agosto i Carabinieri della locale stazione hanno interrotto il funerale di una sessantaduenne (Z.M. residente a Montespertoli) deceduta il 31 luglio scorso a Belluno. Il feretro è stato trasportato presso l’Istituto di medicina legale di Firenze per tutti gli accertamenti.

Il Tribunale di Firenze ha infatti disposto un accertamento tecnico non ripetibile sulla salma della donna e contestualmente ha inviato un avviso di garanzia alla convivente della defunta (C.M. 57 anni di Montespertoli) per omicidio colposo.

Donna muore per shock anafilattico

Da una prima sommaria ricostruzione, pare che le due donne stessero trascorrendo un periodo di vacanza nella zona dolomitica di Zordo, quando la vittima ha accusato un raffreddore e la compagna è andata in farmacia acquistando un farmaco. La vittima però era allergica ad alcuni farmaci e poco dopo l’assunzione del medicinale è andata in shock anafilattico, quindi in coma irreversibile ed è deceduta all’ospedale di Belluno.

Leggi anche:  L'artista Marina Abramović, stupisce ancora

In un primo momento il magistrato ha riconsegnato la salma ai familiari, poi a seguito di indagini da parte del comandante della stazione dei carabinieri di Zordo, ha disposto che il feretro venisse messo a disposizione dell’autorità giudiziaria fiorentina che ha stabilito di effettuare l’esame autoptico per il 7 agosto. Da qui il clamoroso intervento dei Carabinieri di Montespertoli che hanno interrotto il funerale.