Un lupo semina il panico nella zona industriale di Meleto, a Greve in Chianti. Tante le segnalazioni giunte in redazione, ma quello che i cittadini hanno visto aggirarsi era solo un pastore cecoslovacco. Come più volte si è detto quelli che spesso vengono scambiati come lupi con ogni probabilità si tratta solo di ibridi. Cioè, un incrocio tra un cane e un lupo.

Ma meglio non farsi prendere dall’emotività. Come assicurano gli esperti. Creare degli allarmismi o farsi prendere dall’emotività non serve. Il lupo «è un animale molto schivo, rifugge il contatto con l’uomo».

«È difficile dirlo – ci aveva detto qualche tempo fa Ivano Inghilesi, presidente di Legambiente del Chianti fiorentino – Quello dell’ibridazione è un problema che esiste e che è attuale. I cani lupo sono diversi e sono la conseguenza sia del randagismo che di cani padronali che si sono incrociati con i lupi. L’ibrido può essere un problema dal punto di vista genetico e può portare dei problemi dal punto di vista delle malattie».