Stavano controllando i negozi etnici a Sesto Fiorentino, nella zona dell’Osmannoro, quando hanno un supermercato che vendeva anche farmaci illegali. Il controllo è stato effettuato dai carabinieri della Compagnia di Signa, con il supporto dei militari del NIL CC e NAS CC di Firenze, che hanno denunciato tre cinesi che importavano, distribuivano e vendevano al dettaglio alcuni farmaci senza averne le qualifiche di legge, oltre ad alimenti di illegale provenienza extra UE. Inoltre, il titolare del punto vendita è stato anche sanzionato perché impiegava personale sprovvisto di contratto di lavoro con contestuale sospensione dell’attività imprenditoriale.

Mensa abusiva e dormitorio

Nel corso dello stesso servizio, i militari hanno controllato una ditta del settore pellettiero e hanno sequestrato un locale adibito a mensa dal valore di 100.000 euro e comminato una sanzione di 3.000 euro; qui i militari hanno riscontrato gravi carenze igienico-sanitarie oltre all’assenza dei più elementari requisiti strutturali. L’attenzione è stata poi spostata su uno stabile industriale, in apparente stato di abbandono e senza corrente elettrica, all’interno del quale è stato trovato un vero e proprio dormitorio. I militari, con il prezioso supporto della Polizia Municipale di Sesto Fiorentino e del personale dell’ Asl zona Firenze Nord Ovest, hanno accertato che l’immobile commerciale era stato suddiviso in vere e proprie camere da letto ognuna di queste occupate da cittadini cinesi, sia uomini che donne, in regola con il permesso di soggiorno. Sono in corso gli accertamenti catastali e tributari per risalire alla natura della locazione e determinare le eventuali sanzioni amministrative e penali.