Incidente sul lavoro: muore all’interno di un macchinario a Usella (Cantagallo). Terribile tragedia questa notte nella piccola frazione del comune di Cantagallo.

Incidente sul lavoro: muore all’interno di un macchinario

La piccola frazione del comune di Cantagallo si è risvegliata poco dopo le due con l’assordante rumore delle sirene a preannunciare che qualcosa di davvero grave era successo. Un uomo di 55 anni è morto all’interno di un macchinario in una ditta cinese. L’uomo di nazionalità cinese è morto senza riuscire ad arrivare all’ospedale. A niente sono serviti prima la chiamata disperata dei colleghi e poi l’intervento del 118 che ha cercato l’impossibile per salvarlo.

Sul posto, poco dopo le due della notte, sono intervenuti la Misericordia di Vaiano, la Croce Rossa di Vernio col medico a bordo, carabinieri, vigili del fuoco e la medicina del lavoro per i rilievi del caso.

“Non è giusto morire di lavoro. Anche stavolta dobbiamo ripeterlo con dolore. Con tutta l’amministrazione comunale ci stringiamo alla famiglia del lavoratore che ha perso la vita, così drammaticamente, in una fabbrica a Usella. Gli incidenti sul lavoro sono ancora una vergogna sociale nel 2018 e costituiscono un paradosso ingiustificato.
Questa disgrazia colpisce un territorio in cui l’attenzione per la sicurezza dei lavoratori è sempre stata alta, sia da parte delle istituzioni che delle imprese. La stessa azienda dove è avvenuta la tragedia è stata oggetto di ripetuti controlli – proprio per il tipo di lavoro che svolge – da parte di tutte le autorità preposte.
Siamo sicuri che le indagini in corso sapranno ricostruire l’accaduto ed accertare eventuali responsabilità”.

Queste le parole del sindaco di Cantagallo Guglielmo Bongiorno questa mattina non appena saputo cosa è accaduto.

Leggi anche:  Incidente stradale sulla Sr 325: traffico alternato

PER TORNARE ALLA HOME