La badante era spesso ubriaca e manesca. Vittima una donna di 87 anni costretta su una sedia a rotelle, finita nelle grinfie di un’ucraina di 50 anni, oltretutto irregolare in Italia e che quindi lavorava in nero.

I maltrattamenti avvenivano in un appartamento in zona viale Europa. La badante, secondo la ricostruzione della Questura, era a servizio da un anno e mezzo e da subito aveva mostrato la sua indole, di ubriacona e violenta.

Venerdì sera l’epilogo: l’anziana ha fatto una banale richiesta alla badante, che ha dato in escandescenze, l’ha presa per il collo e per i capelli e non si è fermata anche quando è intervenuta una vicina di casa. Immediatamente è scattato l’allarme e la 50enne è stata denunciata dalla Polizia per maltrattamenti.
Nei guai anche il figlio della vittima, reo di aver assunto la donna in nero.