Aldo Morelli, assessore della giunta Giurlani, ha replicato al consigliere regionale Niccolai. “Su Collodi non abbiamo eluso niente, ma anzi lavorato per unire e trovare la migliore soluzione. E’ ora di finirla con ricostruzioni inesatte”.

“Ma di quali elusioni parla, consigliere?”: risposta polemica

“Egregio consigiere Niccolai, siamo a Collodi, il paese di Pinocchio, la fiaba piu’ famosa al mondo, rimarrei qui ed eviterei di passare da quella alla favoletta di ‘al lupo al lupo’. Ma di quale “elusione delle indicazioni” della Regione parla!? Per la verita’ con i suddetti enti e’ previsto solo la firma del verbale, quello della commissione di vigilanza dell’accordo di programma, in cui il comune di Pescia si impegna a riportare nel piano operativo i risultati dell’ormai famoso “studio preliminare sulla viabilita”, e cosi faremo quando lo studio sara’ concluso e i risultati asseverati dagli enti interessati”, ha detto Morelli.

A questo proposito, sara’ bene chiarire che è il comune di Pescia, titolare del finanziamento regionale dei 100.000 euro, che ha dato il proprio benestare, non altri, a passare il finanziamento alla provincia di Pistoia. “Anzi siamo stati proprio noi a proporre agli altri enti di farsi carico in quota dei 50.000 euro mancanti e che la provincia vista la nota situazione finanziaria non poteva coprire da sola”, ha ggiunto l’assessore Morelli replicando a Niccolai.

“Quindi nessuna confusione, cambi di strategia o quant’altro, anzi noi nel piano operativo confermiamo tutto quello che era nella “variante”. Fatta a suo tempo non per la parte stradale gia’ prevista dal piano strutturale del Comune fin dal lontano 2012, ma per il cambiamento di destinazione d’uso della ex-cartiera Panigada e per il sostanziale aumento delle aree a parcheggio”.

Leggi anche:  Viabilità, lavori in via Pratese, via Magellano e via Pistoiese. E non solo

E a proposito della destinazione a Parco Pinocchio indoor della suddetta Panigada, secondo Morelli ” quegli “interessi privati” di cui parla Niccolai erano stati resi pubblici in piu’ di una occasione e su quelli una giunta monocolore Pd, e non solo a Pescia, aveva lavorato per arrivare a quella proposta, ed io dico aveva lavorato anche bene, e determinare le condizioni per un grosso investimento con evidenti ricadute in termini turistici e di posti di lavoro. Si, va da se’ che prima ci sarebbero volute strade e parcheggi, ma aver perso forse questa opportunita’ secondo me rappresenta una grossa perdita per Collodi, Pescia e non solo”.

Ma tornando alla viabilita’, l’amministrazione non si dichiara certo contraria alla “grande” variante. “Anzi, nei giorni scorsi abbiamo incontrato il senatore La Pietra e mercoledi la senatrice Masini, che ringraziamo e con i quali abbiamo avuto uno scambio proficuo e verificato la comune convinzione che un intervento di quelle dimensioni al servizio non solo del polo turistico di Collodi e del polo cartario di Villa Basilica ma anche di quell’importantissimo asse viario che collega Pescia a Lucca ha il peso e le caratteristiche di un intervento di interesse regionale e nazionale. Ed e’ su quello che con loro e gli altri parlamentari pistoiesi e luccheso ci siamo impegnati a lavorare”.