Maltrattamenti alla moglie. Nel corso della nottata di ieri, in Colle di Val d’Elsa, i carabinieri hanno rintracciato e tratto in arresto un 37enne tunisino, residente a Colle, operaio, in esecuzione di un ordine di arresti domiciliari  espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso in data 30.09.2019 dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Siena. L’uomo deve espiare una pena di tre mesi e 23 giorni.

Maltrattamenti alla moglie: arrestato 37enne tunisino

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trasportato presso la propria abitazione agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante. Sul rispetto delle prescrizioni imposte al detenuto domiciliare vigileranno i Carabinieri di Colle e del Radiomobile di Poggibonsi. L’episodio che ha causato la condanna ormai esecutiva risale al 10 luglio 2015, quando il tunisino al quale era stato imposto dal Tribunale senese un divieto di avvicinamento alla moglie per pregressi maltrattamenti, all’atto dell’ingresso dei carabinieri presso il proprio domicilio, finalizzato al suo arresto, con gesto repentino e istintivo, al fine di sottrarsi alla cattura, si era gettato sul terrazzo posto sotto casa sua, saltando poi agilmente sull’antistante tetto di un edificio di quattro piani, minacciando quindi di gettarsi nel vuoto. Soltanto dopo lunghe ore di trattative col “negoziatore” del Gruppo d’Intervento Speciale dei carabinieri, giunto da Livorno, l’uomo si consegnava ai militari, venendo finalmente arrestato.

Leggi anche:  Controlli dei Nas in alcuni locali di ristorazione

LEGGI ANCHE:Violenza di genere: prosegue l’impegno nella formazione

LEGGI ANCHE:Settimana mondiale per l’allattamento materno: le donazioni alla neonatologia di Campostaggia VIDEO