Maltrattamenti in famiglia. E’ l’accusa con cui è finito in carcere M.E., un albanese di 48 anni. Ad avvertire i carabinieri è stata la moglie, 40 anni. E’ successo a Montaione.

Tutto è nato da una banale lite. Poi sono volati schiaffi e pugni in faccia, davanti alla figlia minorenno. La donna ha preso coraggio e ha chiamato il 112. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che hanno evitato il peggio. Sul posto i carabinieri di Castelfiorentino, che hanno arrestato il 48enne.

La vittima è stata subito trasportata al pronto soccorso di Empoli per le cure del caso. Dopo le formalità di rito, per M.E., invece, si sono spalancate le porte di Sollicciano.