Dopo la scarcerazione dei  rom che causarono la morte di Duccio Dini, anche la Sancascianese chiede giustizia. Infatti, domani (domenica 3 febbraio alle 15), durante la partita di Seconda Categoria contro il Berardenga allo stadio di San Casciano, al quarto minuto del primo tempo i tifosi esporranno uno striscione sugli spalti per chiedere giustizia.

Non è un caso che sia stato scelto il quarto minuto. Duccio Dini, infatti, quando giocava nella Sancascianese indossava la maglia con il numero 4.

Duccio Dini morì lo scorso 10 giugno dopo la folle corsa di tre nomadi che si stavano inseguendo per un regolamento di conti. Dini, di soli 29 anni, fu travolto mentre era fermo ad un semaforo con il suo scooter.

Adesso il tribunale del riesame di Firenze  ha deciso per la scarcerazione di cinque di loro. Mentre rimane in carcere Dehrna Mustafa. E in tanti chiedono giustizia.