Passerella della Tignamica, lavori al via nei prossimi giorni. Accordo tra Comune e Publiacqua, si passa poi al ponte della Briglia.

Passerella della Tignamica, lavori al via nei prossimi giorni

La partenza dei lavori per il ripristino della passerella ciclopedonale della Tignamica è programmata per la prossima settimana, completato questo intervento si passerà al ponte della Briglia. “Nei giorni scorsi c’è stato un nuovo incontro con Publiacqua che gestirà integralmente l’intervento della Tignamica e quello alla passerella della Briglia e ci è stato confermato che i lavori partiranno nei prossimi giorni”, annuncia Marco Marchi, vicesindaco e assessore alla Cura del territorio.

L’amministrazione comunale e la società di gestione delle risorse idriche hanno infatti sottoscritto un protocollo dove vengono fissati ruoli e modalità di svolgimento dei lavori che – per le due passerelle – ammontano a circa 400 mila euro. I costi saranno sostenuti da Publiacqua con un intervento parziale del Comune.

Le criticità e le modalità di intervento che riguardano i due manufatti sono simili. Attualmente il ponte della Tignamica è utilizzabile con carico ridotto in conseguenza di perdita di rigidezza della trave in legno lamellare in corrispondenza del nodo in acciaio che collega la semitrave destra con la semitrave sinistra. L’intervento è teso a ripristinare la monta originaria del ponte (circa 20 cm) e la rigidezza del nodo in acciaio in modo da riportare alla piena funzionalità l’attraversamento. L’intervento in progetto prevede un miglioramento delle caratteristiche meccaniche complessive della trave in legno lamellare e il ripristino delle infrastrutture di progetto..

Leggi anche:  Aperto un fascicolo in Procura per la morte di Lello Montini

Dai sopralluoghi e dalle verifiche già effettuate è risultato che i problemi strutturali del ponte non derivano dalla scarsa resistenza della sezione della trave in legno lamellare. Infatti la trave risulta essere integra e priva di lesioni soprattutto nella parte interna all’impalcato che è maggiormente protetta dagli agenti atmosferici. I problemi maggiori derivano piuttosto dalla perdita di rigidezza della connessione tra le due semitravi probabilmente causati da infiltrazioni di acqua ed umidità all’interno dei pioli di connessione.

Si rende necessario quindi sostituire le parti in appoggio del ponte in quanto danneggiate dall’acqua che ristagna in corrispondenza delle parti in aderenza alla spalla in cemento armato.

A Vaiano in questi giorni i danni per  il maltempo qui